News Lecce

Home » Puglia Notizie » News Lecce » Porto Selvaggio, presto la Palude sarà Zona di Conservazione Speciale

Porto Selvaggio, presto la Palude sarà Zona di Conservazione Speciale

“Salvaguardare l'habitat della Palude di Porto Selvaggio permette di preservare la bellezza del luogo.”
Porto Selvaggio, presto la Palude sarà Zona di Conservazione Speciale

Il Decreto del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha stabilito che la Palude del Capitano, sistema naturalistico del Salento presente all’interno del Parco Naturale di Porto Selvaggio, nei pressi della costa di Nardò, diventerà una Zona di Conservazione Speciale.

Il percorso che si è concluso in questi giorni è stato figlio di una direttiva nata con Habitat 92/43/CEE il cui scopo, come scritto nell’articolo 2, è quello di “salvaguardare la biodiversità mediante la conservazione degli habitat naturali, nonché della flora e della fauna selvatiche nel territorio europeo degli Stati membri al quale si applica il trattato”.

Il mantenimento dello status naturale assicura misure adeguate per assicurare il ripristino di uno stato di conservazione di tutto il mondo animale e vegetale presente nel luogo in questione. Costruire una rete ecologia europea a Porto Selvaggio, è fondamentale per la salute stessa del posto e anche per tutti i turisti che verranno attratti da tali bellezze naturali.

In Italia le Zone a Conservazione Speciale sono 24. Molte di queste aree sono presenti all’interno di posti naturali protetti con un rilievo nazionale. Per garantire il rispetto e la conservazione del luogo speciale, fondamentale è la collaborazione delle comunità locali, che devono essere le prime a garantire il rispetto dei luoghi.

Tanti i finanziamenti in favore di Porto Selvaggio

Non è la prima volta che Porto Selvaggio, del comune di Nardò, riceve dei finanziamenti. Grazie ad un precedente importo elargito, è stato possibile costruire un parcheggio nelle vicinanza e dei muri a secco di recinzione dell’area, per tutelare la zona dal traffico delle auto. Oltre alle bellezze delle acque cristalline, Porto Selvaggio può vantare anche la presenza di una particolare specie botanica presente in pochissimi luoghi in tutta Italia: la sarcopoterium spinosum. Negli ultimi mesi, inoltre, sono stati ottenuti altri 300.000 mila euro vinti da un bando pugliese sulla biodiversità, una cifra soddisfacente per rendere il luogo un’attrazione turistica leader di tutto il Salento.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Promo Aziende
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia