Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Polignano a Mare, alcune delle imperdibili grotte marine

Polignano a Mare, alcune delle imperdibili grotte marine

“Polignano a Mare è un'autentica meraviglia anche visitata da un'altra prospettiva.”
Polignano a Mare, alcune delle imperdibili grotte marine

Polignano a Mare, una delle località più apprezzata di tutta la Puglia, è ambita non solo per il suo caratteristico centro storico a picco sul mare, per la Lama Monachile o per aver dato i natali a Domenico Modugno, ma anche per le sue grotte marine.

Scopri di più su: Lama Monachile, fulcro della bellezza di Polignano a Mare

Via mare, infatti, è possibile osservare (e se possibile, innamorarsi sempre più) la cittadina pugliese da un’altra prospettiva. Quali sono, allora, alcune delle grotte assolutamente da visitare lungo la costa polignanese?

Grotta Ripagnola

A nord, sulla litoranea che collega San Vito a Cozze, c’è la Ripagnola. Cavità più lontana dal centro abitato, questa grotta, a causa di alcuni crolli della parete rocciosa, può essere visitata solamente dal suo esterno.

L’Adriatico cristallino e il perfetto gioco di luci e ombre, tuttavia, rendono questa insenatura una delle mete imperdibili per chi si trova pressi di Polignano.

Grotticella dell’Acqua di Cristo

Scendendo verso sud, è possibile conoscere un’altra perla del territorio: la grotticella dell’Acqua di Cristo. Questa è così chiamata in quanto forniva ai polignanesi dell’acqua curativa leggermente salmastra e utilizzata dalle antiche massaie anche per impastare la farina per la realizzazione del pane o, ancora, per la conservazione delle olive in salamoia.

Grotta Palazzese di Polignano a Mare

Probabilmente una delle più conosciute, complice la presenza dell’omonimo ristorante famoso in tutto il mondo, è la grotta Palazzese.

Anticamente chiamata grotta di Palazzo in quanto inglobata nei beni della famiglia Leto, feudataria di Polignano dal 1713 al 1794, questa struttura naturale era un tempo accessibile esclusivamente via mare. Stando a quanto riportato dagli stessi polignanesi, furono proprio i Leto ad inaugurare una scala di accesso alla grotta.

Ciò che affascina di questa località è sicuramente la sua immensità. Solamente in un secondo momento, inoltre, si potrà apprezzare la limpidezza dell’acqua i cui riflessi, in base al sole, permettono di godere di alcuni riflessi cangianti.

Per ammirare queste e tante alte bellezze si consiglia di affidarsi ad alcune ditte specializzate che organizzano tour in barca.

Foto: alessiaphotography_16 (Instagram)


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento