News Bari

Home » Notizie Puglia » News Bari » Policlinico di Bari, chiude il Covid Hospital di Asclepios

Policlinico di Bari, chiude il Covid Hospital di Asclepios

“Su 250 posti letto attualmente ne sono sono occupati solamente 32.”
Policlinico di Bari, chiude il Covid Hospital di Asclepios

Non solo Brindisi: anche a Bari iniziano a chiudere alcuni reparti Covid.

Scopri di più su:
Coronavirus, a Brindisi vuoto il reparto di Rianimazione
Brindisi, Pneumologia chiude come reparto Covid

Come comunicato dalla stessa Asl, grazie ai pochi pazienti e ai reparti quasi vuoti, chiude il Covid Hospital del Policlinico. Questa struttura, appositamente attrezzata per l’emergenza durante lo scorso marzo, ha una capienza massima di 250 posti letto, ora occupati da 32 degenti pronti per essere trasferiti in una nuova collocazione.

La prima a iniziare le operazioni di trasloco è stata, ieri, l’unità operativa di Malattie Infettive. Il reparto, al quarto piano di Asclepios torna dunque alla sua originaria collocazione nell’edificio di Malattie infettive, mentre i 21 pazienti Covid attualmente ricoverati sono stati trasferiti con due ambulanze a loro dedicate. Sempre nella riorganizzazione post emergenza, anche l’unità operativa di Pneumologia lascia il secondo piano di Ascelpios e torna negli spazi dell’ex Cardiologia d’urgenza al piano terra.

Scopri di più su: Coronavirus, attivati Asclepios e Miulli per i ricoveri

Nei prossimi giorni, invece, si sposteranno anche le unità operative di Medicina interna Murri e Ospedaliera, che, durante questi ultimi due mesi hanno occupato il quinto piano di Asclepios.

Sanificazione degli ambienti e ritorno dei reparti pre-emergenza

Prima di tornare al ripristino dei reparti pre-emergenza, si procederà alla sanificazione degli ambienti che saranno poi riattrezzati.

Come dichiarato dal direttore generale del Policlinico di Bari, Giovanni Migliore, il grande lavoro di squadra di tutti i professionisti ha consentito di far fronte all’emergenza e di curare circa 350 pazienti, tra cui alcuni provenienti anche dalla Lombardia.

Scopri di più su: Covid-19, guarito in Puglia un paziente lombardo di 56 anni

A lungo andare, inoltre, la scelta di attrezzare un unico padiglione su più piani all’interno del quartiere ospedaliero si è dimostrata vincente: non solo i medici di differenti discipline hanno lavorato in sinergia e secondo il principio dell’intensità di cura, ma sono state anche garantite consulenze specialistiche da altri reparti.

Il Policlinico di Bari, ha concluso Migliore, è passata da ‘insieme ce la faremo’ a ‘insieme ce l’abbiamo fatta’.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento