Ricetta: Pastarelle pugliesi
Dolci e desserts pugliesi

Home » Ricette Pugliesi » Dolci e desserts pugliesi » Pastarelle pugliesi, l’originale ricetta dei biscotti per il latte

Pastarelle pugliesi, l’originale ricetta dei biscotti per il latte

Pastarelle pugliesi
Pastarelle pugliesi
Porzioni
20 persone
Difficoltà
facile
Costo
basso
Calorie (per porz.)
330 calorie
Grassi (per porz.)
9 grammi
Preparazione
20 minuti
Cottura
25 minuti
Tempo totale
45 minuti
presentazione ricetta

Presentazione

Un dolce tradizionale pugliese, le pastarelle o in gergo locale pastareddhe, sono dei classici biscotti per accompagnare il latte, preparati anticamente dalle massaie salentine per le proprie famiglie. Venivano cotti solitamente nei forni a legna dei panettieri, dopo essere stati preparati in casa. Insomma un retaggio della tradizione, conservato a lungo sino ai giorni nostri, con piccole varianti anche negli stessi comuni del Salento, poi esportato in altre città della Puglia.

Passando per il Salento è impossibile non assaggiare le pastarelle, visto il loro sapore semplice e delicato, piacevole per tutti. Impareggiabili nel latte a primo mattino, sono deliziosi anche da assaporare con il thè. Se desiderate realizzarli in casa vi indichiamo passo dopo passo la ricetta originale, quello che otterrete sarà un tripudio di profumi e sapori della Puglia direttamente in tavola.

ingredienti ricetta

Ingredienti per la ricetta

  • 1 kg di farina 00
  • 4 uova
  • 300 g di zucchero
  • 300 ml di latte
  • 160 ml d’olio extra vergine d’oliva
  • 20 g d’ammoniaca per dolci
  • 2 bustine di vanillina
  • 1 limone (per buccia)
preparazione ricetta

Preparazione Pastarelle pugliesi


Preparata un’impastatrice o in alternativa una spianatoia e posizionatevi la vostra farina a fontana, riponendovi all’interno le uova, lo zucchero, la buccia grattugiata del vostro limone, l'olio, le bustine di vanillina e l'ammoniaca. Amalgamate il tutto ed una volta ottenuto un insieme omogeneo aggiungetevi il latte gradualmente fino a quando il composto non sarà liscio ed omogeneo. Considerate che non dev’essere troppo molle né troppo duro. Successivamente con il mattarello stendete la pasta che avete ottenuto, andando a formare un rettangolo, con uno spessore di mezzo centimetro, da questo tagliatevi dei rettangoli piccoli da andare a posare su una teglia che rivestirete di carta da forno. Spennellate i vostri rettangolini con il bianco dell’uovo e cospargetevi lo zucchero. Preriscaldate il vostro forno e passate a cuocervi le vostre pastarelle per circa 25 minuti a 170°. Passato questo lasso di tempo estraete le pastarelle dal forno e lasciatele raffreddare un po’; potrete conservarle in sacchetti o contenitori ermetici.
Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.

8 commenti su “Pastarelle pugliesi, l’originale ricetta dei biscotti per il latte

  1. Marisa ha scritto:

    Provata, buonissime un unico problema dopo aver mescolato tutti i componenti aggiungendo il latte, abbiamo avuto grossa difficoltà ad impastare e stendere perché si attaccava alle mani e alla spianatoia. Solo con l’aggiunta di molta farina alla fine ci siamo riusciti. Grazie

  2. Rino ha scritto:

    A parte le difficoltà che possiamo incontrare con l’impasto, ma volete mettere il profumo, la bontà e la tradizione amorevolmente conservata? W i profumi della Puglia!!!

  3. Gianluigi ha scritto:

    Provate oggi!!
    L’impasto risulta effettivamente un pò troppo molle ma si può correggere appunto con una spolverata di farina sulla spianatoia.
    Poi mi sono lasciato tentare da alcune modifiche alla ricetta originale, ho aggiunto, ad una parte dell’impasto, delle mandorle macinate e due gocce di essenza di mandorle amare. Risultato degli ottimi biscotti dal sapore delicato all’amaretto!! Da provare….

  4. Mariairene.buccare ha scritto:

    Buonissime tanto che vengono richieste dai conoscenti e ogni volta si consumano con velocità per la loro bontà e squisitezza

  5. Cristina ha scritto:

    Sembrano quelli che faceva la mia nonna.Provero’ a farli.

  6. Francesca ha scritto:

    Se l’impasto è troppo morbido metti in una sacca da dolci e ‘spremi’ sulla teglia da forno…se aggiungi molta farina induriscono…ottime le ricette delle nonne….

  7. Maria Bartolomeo Bartolomeo ha scritto:

    Buonissime è stata la prova del nove perché mio marito scegliesse di sposarmi😅Lui fa colazione solo con quelle ho dovuto imparare a farle.Ma con piacere Ora le mangia anche mio figlio di tre anni .Meglio di tanti biscotti preconfezionati

  8. Tiziana ha scritto:

    Se l impasto risulta molle , mettete meno latte perché la maggior parte delle volte dipende molto dalle farine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento