Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Notte della Taranta, quando la musica e la storia del Salento si uniscono

Notte della Taranta, quando la musica e la storia del Salento si uniscono

“Capace di riunire nomi della musica pugliese, nazionale e internazionale, la Notte della Taranta è un simbolo del Salento nel mondo.”
Notte della Taranta, quando la musica e la storia del Salento si uniscono

La Notte della Taranta è un festival di musica popolare dedicata a quella che è la tradizione tipicamente salentina della pizzica. Al centro dell’attenzione sono tutti i comuni del Salento, pronti a diventare palcoscenici d’eccezione capaci di riunire per ogni concerto migliaia di spettatori provenienti da tutta Italia, a partire dalla prima tappa, solitamente Corigliano d’Otranto, fino a Melpignano, annuale conclusione degli appuntamenti della festa.

La Notte della Taranta rappresenta una delle maggiori evoluzioni della cultura popolare di tutta Europa, capace di valorizzare non solo il territorio ma anche ogni genere di linguaggio musicale.

La storia

La prima edizione della Notte della Taranta è legata all’anno 1998, nascendo su iniziativa dell’Unione dei Comuni della Grecia Salentina con la collaborazione dell’istituto Diego Carpitella. Il successo riscosso fu tale che la festa si rese protagonista di una rapida evoluzione in termini di pubblico e iniziative. Nel 2000 nacque il concetto di Festival Itinerante, con una rassegna dei gruppi salentini più rappresentativi che ancora oggi coinvolgono un totale di quindici comuni per un totale annuo di duecentomila spettatori, guidati progressivamente al concertone finale. L’Orchestra Popolare nacque nel 2004 con Ambrogio Sparagna, e nel 2010 nacque la Fondazione Notte della Taranta.

La Fondazione

Creata nell’agosto 2008 e divenuta attiva nel 2010, la Fondazione Notte della Taranta si propone come laboratorio di ricerca e riflessione dedicata all’incontro tra tre differenti correnti, quella scientifica, quella dello spettacolo, quella delle politiche culturali. Il risultato è paragonabile a quello di un direttore di orchestra che coordina enti e organizzazioni interessate alla migliore valorizzazione e tutela possibile del territorio salentino. È prassi della Fondazione Notte della Taranta anche il controllo dell’Orchestra Popolare, composta da diversi musicisti del territorio e guidati ogni anno da un diverso Maestro Concertatore.

L’Orchestra Popolare e il Maestro Concertatore

Musicisti specializzati in tarantella e pizzica provenienti da tutto il mondo ed esperti di melodie salentine, tra i membri dell’Orchestra Popolare della Notte della Taranta. Pronta ad esibirsi non solo durante la kermesse ma anche nel resto dell’anno in tutto il mondo, è uno dei principali mezzi di promozione del territorio del Salento all’estero. Ogni anno è diretta da un Maestro Concertatore differente, un grande nome della musica convocato per rivisitare il repertorio tradizionale di artisti italiani e internazionali traducendone le melodie in pizzica, il tutto collaborando con oltre trenta musicisti del territorio e ospiti provenienti dalle grandi scene italiane ed estere. Tra questi è possibile annoverare Daniele Sepe, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic, Carmen Consoli, Giovanni Sollima, Mauro Pagani e molti altri.

L’Altra Tela

Le formule con cui si manifesta la Notte della Taranta sono tra le più svariate, prevedendo anche incontri speciali intitolati l’Altra Tela, più intimi e ristretti, in piazze diverse da quelle che ospitano i concerti del festival, con appuntamenti speciali di qualità aperti a tutti. Una modalità attiva dal 2016 che ad ora ha coinvolto grandi artisti riscuotendo un successo superiore ad ogni aspettativa.

Quella della Notte della Taranta è una manifestazione unica nel suo genere, capace di condurre un pubblico davvero vasto per le terre del Salento, da Corigliano d’Otranto a Melpignano. Un’esperienza da non perdere, tappa fondamentale dell’estate della Puglia ormai da anni.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia