Bevande pugliesi

Home » Ricette Pugliesi » Bevande pugliesi » Nocino pugliese, il liquore interamente di noci preparato in regione

Nocino pugliese, il liquore interamente di noci preparato in regione

Nocino pugliese
Nocino pugliese
Porzioni
30 persone
Difficoltà
media
Costo
medio
Calorie (per porz.)
451 calorie
Grassi (per porz.)
22 grammi
Preparazione
20 minuti
Cottura
20 minuti
Tempo totale
40 minuti

presentazione ricetta Presentazione

Il nocino, anche chiamato Padre Peppe, è uno di quei prodotti fatti in casa che si materializzano nelle dispense nel momento in cui è necessario accogliere gli ospiti, o quando si festeggiano occasioni particolari, festività e compleanni. Un liquore fatto interamente dalle noci fresche, dal caratteristico colore scuro. Questi prodotti con altissime proprietà e valori nutrizionali si raccolgono nei giorni più lunghi e al tempo stesso più caldi della bella stagione, intorno al 24 giugno, nel giorno di San Giovanni Battista. Insomma uno di quei liquori che non può mancare come digestivo dopo i lunghi ed articolati pranzi pugliesi, quando si sta tutti insieme a tavola, in allegria e spensieratezza. Moltissime sono le ricette pugliesi per la preparazione del nocino, anche perché essendo ciascuna legata a particolari tradizioni di famiglia, ognuno ha la sua. L’acqua inoltre può essere sostituita con l’alternativa del vino moscato per il 50%, per un risultato più intenso ed accattivante.

ingredienti ricetta Ingredienti per la ricetta

  • 1 litro di alcool a 95°
  • 10 noci fresche di media grandezza
  • una buccia di un limone
  • 4/5 chiodi di garofano
  • 1 stecca di cannella
  • 1 noce moscata
  • 400 g zucchero
  • 200 g acqua

preparazione ricetta Preparazione

Raccogliete, lavate ed asciugate le noci, tagliandole successivamente a pezzi. Riponetele in un contenitore di vetro piuttosto capiente, aggiungendovi una scorza di limone e della noce moscata. Ricoprite il tutto con l’alcool andando a richiudere immediatamente il contenitore, per fare in modo che l’alcool non evapori. Lasciate in infusione il tutto per 40 giorni in un luogo fresco e asciutto, ma soprattutto ventilato. Una volta passati i 40 giorni preparate uno sciroppo facendo bollire 200 g di acqua con 400 g di zucchero. Fate raffreddare unendo lo sciroppo all’infusione di noci ed alcool. Mescolate bene e filtrate per poi imbottigliare. Si consiglia di conservare sempre in un luogo fresco e buio, per qualche mese prima di gustarlo. Secondo quanto comanda la tradizione il nocino andrebbe conservato sino al 30 novembre, il giorno di Sant’Andrea. Lo speciale liquore potrà in seguito essere consumato liscio, a temperatura ambiente o ghiacciato, ma anche aggiungendolo al caffè, al gelato o vi consigliamo di provarlo caldo per il punch.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia