News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Niccolò Fabi ricorda Olivia e dona un parco giochi ai bambini di Taranto

Niccolò Fabi ricorda Olivia e dona un parco giochi ai bambini di Taranto

“Un'importante donazione da parte di Niccolò Fabi alla città di Taranto e ai bambini del Tamburi.”
Niccolò Fabi ricorda Olivia e dona un parco giochi ai bambini di Taranto

È stato firmato negli scorsi giorni il protocollo d’intesa con il quale Niccolò Fabi ricorda la figlia scomparsa prematuramente per una meningite fulminante. Olivia sarà ricordata così con un luogo di gioco e divertimento nella città di Taranto. Nel quartiere Tamburi in memoria di Olivia Fabi, scomparsa a due anni nel 2010 per una meningite fulminante, sorgerà un’area per il divertimento dei bambini.

Il progetto del parco

Il progetto nasce da un’idea della fondazione Parole di Lulù onlus di Shirin Amini e Niccolò Fabi, organizzatori di una giornata di raccolta fondi che si è svolta due anni fa a Martina Franca. La fondazione si pone come finalità la realizzazione di progetti sia sanitari che ludici, dedicati ai bambini, dopo essersi interessata a diverse emergenze italiane e africane, ha deciso di tentare la strada dell’aiuto ai bambini di Taranto che vivono una realtà piuttosto difficile, soprattutto nel quartiere Tamburi.

Parole di Lulù e Fondazione Pizzarotti

Parole di Lulù per la realizzazione del progetto si è avvalsa della collaborazione della Fondazione Pizzarotti, nata per volontà di Enrica, Michele e Pietro Pizzarotti. Per la realizzazione dell’opera sono stati messi a disposizione circa 100mila euro, che verranno utilizzati nell’area verde, di proprietà del comune, all’interno dell’istituto scolastico Gabelli.

I materiali

Tutto il parco verrà realizzato con una serie di materiali e modalità che tendano a ridurre, ma non ad eliminare, la possibilità di contatto con polveri inquinanti per regalare ai piccini del quartiere la possibilità di giocare in un luogo protetto.

Le trattative

Le trattative per l’individuazione dell’area sono durate due anni, con la conclusiva concessione da parte del comune di Taranto, il reperimento dei necessari permessi e anche grazie al coinvolgimento nel progetto dello studio di architettura Di Gregorio Associati. Infatti un team di professionisti di Taranto, legati ad Ail e Arci ragazzi, lavoreranno con il supporto tecnico dell’architetto Prontera e con il coordinamento della dottoressa Annamaria Moschetti dell’Associazione Culturale Pediatri.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia