News BAT

Home » Notizie Puglia » News BAT » Natale e Capodanno in tavola, i pugliesi spenderanno 350 milioni di euro

Natale e Capodanno in tavola, i pugliesi spenderanno 350 milioni di euro

“I dati, diffusi da Coldiretti Puglia, mostrano una preferenza dei prodotti made in Italy.”
Natale e Capodanno in tavola, i pugliesi spenderanno 350 milioni di euro

Come ogni anno è iniziata la corsa da parte delle famiglie pugliesi per le festività di Natale e Capodanno, la cui spesa complessiva, stando ai dati diffusi da Coldiretti Puglia, dovrebbe aggirarsi intorno a 350 milioni di euro.

La voce più importante del budget, inoltre, è costituita dall’agroalimentare e dai suoi regali enogastronomici per pranzo e cenoni che nell’85% dei casi saranno consumati in casa. Tipici saranno anche i doni, a base di spumanti, vini e panettoni all’olio EVO.

Il menù e la spesa delle festività

La famiglia pugliese, dopotutto, conserva alcune tradizioni che sono fortemente radicate sul cibo per le feste, che prevede rigorosamente il pesce nel menù della vigilia nel quale non possono mancare le tradizionali anguille, oltre a spigole, cozze, mazzancolle, scampi, canocchie, cannelli, seppie e polpi, gallinella e triglie, per passare agli acquisti di carne, verdure locali e paste ripiene per il pranzo di Natale con il tradizionale brodo e agnello, ‘cappello del prete’ per la ‘brasciola’, salsiccia a punta di coltello per il ragù e gli ‘gnumareddi’, gli involtini da cuocere alla brace.

Scopri la ricetta su: Turcinelli o gnumarieddi: la ricetta degli involtini di fegato

La sfida dei consumi in Puglia, quindi, vince a mani basse ed è proprio il segmento del food a guidare una mini risalita dell’economia pugliese. Dopotutto il futuro di centinaia di aziende italiane con un impatto rilevante sul lavoro e sull’economia Made in Italy dipende proprio dagli acquisti di questi giorni, che in Puglia continuano a guardare in ottica maggiore gli alimenti realizzati con prodotti coltivati o allevati direttamente in Italia.

Prodotti DOP e IGP in tavola

Sempre stando ai dati di Coldiretti Puglia, a non mancare saranno anche i prodotti DOP regionali:

  • 5 oli extravergini
  • patata novella di Galatina
  • pane di Altamura
  • canestrato pugliese
  • mozzarella di bufala
  • oliva Bella di Cerignola
  • caciocavallo silano
  • mozzarella di Gioia del Colle

Immancabili anche i Prodotti ad Indicazione Geografica Protetta:

  • lenticchia di Altamura
  • burrata di Andria
  • cipolla bianca di Margherita
  • uva di Puglia
  • carciofo brindisino
  • arancia del Gargano
  • limone femminiello del Gargano
  • clementine del Golfo di Taranto

Tutte queste prelibatezze ranno accompagnate dai 29 vini DOC presenti in regione, il cui insieme permette alla Puglia di essere inserita tra le prime 3 regioni produttrici di cibo biologico con 4.803 produttori e la prima per numero di trasformatori con 1.796 operatori.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento