News Foggia

Home » Puglia Notizie » News Foggia » Troia, francobollo in edizione limitata per i suoi mille anni

Troia, francobollo in edizione limitata per i suoi mille anni

“Il francobollo avrà una tiratura limitata di 400mila copie.”
Troia, francobollo in edizione limitata per i suoi mille anni

La cittadina in provincia di Foggia, Troia, si appresta a spegnere le prime mille candeline. Per celebrare questo importante traguardo è stato deciso di dedicare alla città un francobollo personalizzato e un annullo filatelico.

Domani, giovedì 10 ottobre, il Ministero dello Sviluppo Economico, tramite Poste Italiane, emetterà il francobollo celebrativo della serie dedicata al turismo “Il Patrimonio naturale e paesaggistico”.

L’omaggio alla cattedrale e al suo rosone

L’omaggio, disegnato dalla bozzettista Claudia Giusto, vedrà la stampa di 400mila copie da parte dell’Istituto Poligrafico e della Zecca dello Stato e rappresenta la raffigurazione di un particolare specifico della Cattedrale di Troia, il rosone.

La soddisfazione per la scelta del Ministero dello Sviluppo Economico di omaggiare l’incredibile storia di Troia con un francobollo è stata espressa dal sindaco Leonardo Cavalieri, il quale oltre a sottolineare il proprio personale orgoglio, ha ribadito quanto l’emissione filatelica aggiunga un ulteriore tassello alle celebrazioni volute dall’amministrazione comunale.

Presentazione del nuovo francobollo

Il nuovo francobollo, che come già detto sarà in edizione limitata, sarà presentato a Troia giovedì 10 ottobre nel Teatro Vincenzo Cimaglia. Ad essere presente in città sarà anche lo stand di Poste Italiane, che per l’occasione ha realizzato 1.200 folder contententi il francobollo celebrativo, una cartolina affrancata e annullata e una busta primo giorno di emissione.

Cosa sapere sulle origini di Troia

L’occasione potrebbe sicuramente essere un’ottima occasione per i forestieri per visitare la città fondata dai Catapani nel 1019, inglobando tra le sue mura una preesistente città, le cui origini si ricollegano ad Aecae, una fiorente colonia risalente all’età romana imperiale. Un’abile politica di alleanze, una volta eretta in diocesi, strappò ai contendenti di turno immunità e privilegi dei quali si avvalse per assumere la leadership dell’Alta Puglia in epoca normanna, arrivando ad ospitare 4 concili presieduti dal Papa e ad insediare un vescovo nel Consiglio di Reggenza durante la minorità di Federico II di Svevia. Nello scontro con lo stesso imperatore svevo fu rasa al suolo nel 1229, l’inizio del declino. Della sua gloriosa storia restano tutt’ora incredibili resti all’interno del patrimonio artistico, di fede e cultura tutti da conoscere e scoprire.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Sconti e offerte
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia