News Foggia

Home » Puglia Notizie » News Foggia » Disturbi del sonno, all’Unifg arriva il Master in Sleep Medicine

Disturbi del sonno, all’Unifg arriva il Master in Sleep Medicine

“Il Master consentirà di far approfondire ai medici chirurghi e odontoiatri le diverse diagnosi e cure.”
Disturbi del sonno, all’Unifg arriva il Master in Sleep Medicine

All’Università di Foggia si potrà iniziare a studiare la Sleep Medicine. L’ateneo foggiano inaugurerà, domani 9 maggio, il percorso di alta formazione post-laurea di II livello organizzato per l’anno accademico 2018-2019.

Il team che ha strutturato il corso in Sleep Medicine intende consentire ai medici chirurghi e odontoiatri di compiere un aggiornamento specialistico, costituito da interventi e studi clinici compiuti dalle migliori e autorevoli figure del settore. Il Master in partenza è stato promosso e organizzato da un gruppo di ricerca costituito dal Direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale prof. Lorenzo Lo Muzio, dal Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche prof.ssa Maria Pia Foschino Barbaro e dai proff. Domenico Ciavarella e Michele Cassano, con la preziosa collaborazione del prof. Donato Lacedonia e del dott. Roberto Sabato.

Perché è importante

Il Master in Sleep Medicine, dalla durata di un anno e uno dei primi ad avere un approccio multidisciplinare, intende illustrare la sindrome ostruttiva del sonno a tutti quei medici chirurghi e odontoiatri che intendono approfondire la questione. L’obiettivo del corso, infatti, sarà quello di fornire le competenze utili per diagnosticare l’eventuale presenza dei disturbi respiratori del sonno sia nei pazienti adulti che in quelli bambini.

Le lezioni frontali e i live streaming di alcuni interventi chirurgici, inoltre, permetteranno di identificarne tutti i fattori e pianificare la migliore soluzione per il paziente.

Disturbi del sonno

I dati dei soggetti con DRS hanno evidenziato che solamente in Italia ci sono circa 5 milioni di adulti ai quali devono ancora essere diagnosticati disturbi di questo genere. Le informazioni raccolte, inoltre, hanno mostrato che le vendite annue dei respiratori in grado di avviare la terapia domiciliare notturna sono solamente 20.000. Questo, dunque, connota quanto questi disturbi siano sottovalutati.

Nel documento del Ministero della Salute sulla Prevenzione e sul Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale della Sindrome delle apnee ostruttive del sonno, si sostiene che quest’ultima può essere considerata a tutti gli effetti come una malattia cronica che necessita le dovute attenzioni e cure.

Non solo Master in Sleep Medicine

Il Master in Sleep Medicine promosso dall’Università di Foggia si inserisce in un quadro di interesse nei confronti della disciplina che è già stato iniziato dalla sanità regionale.

Alcuni dei membri della commissione del Master in Sleep Medicine sono infatti presenti nella commissione per la diagnosi e la terapia di questi disturbi: la prof.ssa Maria Pia Foschino Barbaro (Cattedra di Pneumologia e Direttore Dipartimento Scienze Mediche e Chirurgiche) e i proff. Domenico Ciavarella (Cattedra di Ortognatodonzia) e Michele Cassano (Cattedra di Otorinolaringoiatria).


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità

Eventi e sagre

Ricette pugliesi

Notizie rilevanti

Promo Aziende

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia