Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Mappa di Soleto, la più antica cartina dell’Occidente

Mappa di Soleto, la più antica cartina dell’Occidente

“Scoperta nel 2003, la mappa è oggi conservata nel Museo Archeologico Nazionale di Taranto.”
Mappa di Soleto, la più antica cartina dell’Occidente

Gli scavi archeologici svolti in terra pugliese portano spesso alla luce preziose testimonianze del passato. Dal Gargano al Salento, infatti, il nostro territorio è ricco di reperti di inestimabile valore. È proprio questo il caso della mappa di Soleto, la più antica cartina dell’Occidente.

Scoperta nel 2003 nel paese in provincia di Lecce Soleto, quando tra le macerie iniziò a spuntare un frammento di un vaso nero dalle piccole dimensioni, si pensa che la mappa di Soleto possa essere datata addirittura al V secolo a.C.

Mappa di Soleto nel MArTA di Taranto

Oggi conservata e tutelata nel Museo Archeologico Nazionale di Taranto, sulla mappa di Soleto sono presenti dei frammenti recanti la linea costiera della penisola salentina, circondata dal mare e rappresentata con delle piccole onde schematizzate. Il tutto, inoltre, è completato da due toponimi in lingua greca e ben undici indigeni, le cui posizioni sono indicate da punti che testimoniano contatti tra Iapigi, Messapi e Greci.

Unica nel suo genere, questa mappa è ad oggi considerata la più antica del mondo classico a noi pervenuta.

Questi alcuni nomi delle città pugliesi presenti sulla mappa di Soleto:

  • Taranto (scritta in greco Τάρας)
  • Otranto
  • Nardò
  • Alezio
  • Castro
  • Muro Leccese
  • Cavallino
  • Ugento
  • Soleto
  • Leuca
  • Gallipoli (attribuzione incerta ma molto probabile)
  • Roca Vecchia (pervenuta a metà)

Mappa di Puglia e le antiche strade della regione

La conferma di quello che è il percorso delle antiche strade presenti nella mappa di Soleto arrivano dagli antichi Strabone e Plinio: se il primo racconta di un collegamento che da Taranto conduceva a Vereto e poi Otranto, il secondo sostiene nei suoi scritti che da Vereto Otranto si raggiunge in 19 miglia.

Grandi assenti, nelle parole degli scrittori romani, sono Cavallino e Muro, il che significa che entrambi i centri furono distrutti prima dell’età augustea. Servono altre conferme sulla datazione dell’antica mappa di Soleto?!


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento