News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Manduria sceglie il pomodoro per farne presidio slow food, oltre al vino

Manduria sceglie il pomodoro per farne presidio slow food, oltre al vino

Uno dei prodotti più apprezzati dell’agricoltura locale, il pomodoro di Manduria viene da antiche tradizioni e non si lascia facilmente dimenticare. Subito dopo il Primitivo questo è infatti uno di quei prodotti che nascono da un’antica coltura, per molto tempo trascurata, che ha rischiato anche l’estinzione ma negli ultimi anni ha conosciuto un’importante riscoperta grazie agli operatori del comparto e al progetto denominato “Cap Salento” (Comunità degli agricoltori e dei pescatori del Salento).

Un progetto che prevede forum tematici, per incontri volti alla conoscenza del prodotto al fine di ripristinarne l’antica coltura per rendere il pomodorino un vero e proprio presidio slow food. Un sapore deciso che si fa garanzia di qualità autentica e non artefatta del prodotto. Il pomodoro di Manduria viene definito a livello locale “Pummitoru paisano” e viene coltivato in un’area ristretta, orientale ed estrema della provincia di Taranto, tra i comuni di Manduria, Maruggio, Sava e Avetrana e minormente a Oria, Erchie, Torre Santa Susanna in provincia di Brindisi.

Quella del pomodorino di Manduria è una pianta con piccoli frutti ovaleggianti, di colore rosso vivo, per l’autoconsumo in una tipica terra riarsa dal sole. La raccolta inizia infatti verso la fine del mese di maggio, con la raccolta dei primi frutti ancora immaturi, consumati freschi a condimento delle tipiche friselle, oppure in insalata, abbianati al carosello di Manduria. La raccolta va avanti fino a luglio con i frutti maturi che saranno adoperati per la produzione della salsa, la conserva di pomodoro artigianale che i pugliesi fanno in casa tra la fine di luglio e l’inizio di agosto per i mesi invernali, o per la produzione dei pomodori secchi.

Questo progetto ha come partner la Fondazione Slow Food per la biodiversità e le quattro aree protette tra cui le riserve naturali del litorale tarantino orientale, in collaborazione con l’associazione Slow Food Manduria-Terre del Primitivo.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia