Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Madonna del Pozzo, storia e origine del culto di Capurso

Madonna del Pozzo, storia e origine del culto di Capurso

“Ogni anno la Madonna del Pozzo viene ricordata e omaggiata con numerosi festeggiamenti in suo onore.”
Madonna del Pozzo, storia e origine del culto di Capurso

Nel centro della cittadina a sud di Bari Capurso, è possibile imbattersi in una meravigliosa basilica, dedicata alla Madonna del Pozzo, il cui culto è ancora molto sentito, oltre che dai capursesi, anche da numerosi pellegrini che ogni anno decidono di compiere in viaggio in onore della Santa.

L’origine del culto

Le origini della venerazione nei confronti della Madonna del Pozzo, risalgono al lontano 1705, quando il prete di Capurso, don Domenico Tanzella, nel letto morente, ebbe una visione: la Vergine gli promise la guarigione a patto che bevesse l’acqua presente nel pozzo della zona “Piscine”, da tutti chiamato di “Santa Maria“. La profezia, come facilmente intuibile, si realizzò. Non appena guarito, dunque, don Domenico, in compagnia di suo fratello Lorenzo, Michelangelo Portincasa e Giambattista Converso, decise di recarsi personalmente nel luogo tanto caro alla Santa.

L’incredibile ritrovamento

Non appena giunti sul posto, nel giorno 30 agosto del 1705, il sacerdote ha poi raccontato di aver assistito ad una serie di prodigi. Stando alla tradizione che si è poi tramandata di padre in figlio, durante la difficoltà della discesa nel pozzo, le candele caddero in una conca piena d’acqua laterale, continuando ad illuminare il tutto ma rendendo il percorso molto più semplice. Non appena arrivati sul fondo, i quattro furono sorpresi da un dipinto della Madonna, di stile bizantino, che li guardava sorridenti.

Meravigliato da tanto splendore, allora, don Tanzella decise, non prima di aver pregato e reso omaggio alla Santa, per consentire a tutti i fedeli di renderle omaggio, di trasportare l’opera d’arte nella nuova cappella che stava si stava costruendo in onore di san Lorenzo. Non appena posizionata all’interno dell’edificio, tutti poterono assistere ai numerosi miracoli che avvenivano non solo a Capurso, ma anche nei territori limitrofi.

Il grande affetto nei confronti di Maria, dunque, fece decidere ai frati di iniziare la costruzione di un convento e di una Basilica interamente dedicata alla Madonna del Pozzo. La costruzione, una volta conclusa, vide il trasferimento della Sacra immagine sull’altare maggiore della basilica inaugurata la sera del 27 agosto del 1778.

I festeggiamenti in onore della Madonna del Pozzo

Da quel momento in poi, dunque, ogni anno migliaia di fedeli si recano a Capurso per omaggiare la Santa personalmente. La città stessa, inoltre, rende omaggio alla sua protettrice attraverso una serie di processioni e preghiere che sono tutt’ora presenti.

Ad agosto di ogni anno, infatti, viene celebrata la festa patronale che si conclude con una caratteristica processione mattutina per le vie della città, la cui durata si aggira tra le 7 e 9 ore e alla quale si aggiunge quella folkloristica serale, durante la quale viene trasportato il carro trionfale.

La festa ha inizio il venerdì e si conclude il lunedì. Ogni 30 agosto, invece, vi è la rievocazione storica del rinvenimento del quadro con il corteo verso la Basilica.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Sconti e offerte
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia