News Bari

Home » Notizie Puglia » News Bari » Lopalco, il pugliese nel comitato scientifico di Roberto Burioni

Lopalco, il pugliese nel comitato scientifico di Roberto Burioni

“Lopalco si occuperà di redigere articoli e analisi della pandemia in corso.”
Lopalco, il pugliese nel comitato scientifico di Roberto Burioni

Il capo della Task Force delle emergenze epidemiologiche della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco, è entrato nel team del Comitato Scientifico del blog del divulgatore scientifico e virologo Roberto Burioni, Medical Facts.

Scopri di più su: Coronavirus, prof. Lopalco alle emergenze epidemiologiche

Il magazine di Burioni, nata come campagna informativa e anti fake-news, ha visto la sua popolarità aumentare con l’arrivo del coronavirus. È proprio per fronteggiare una sempre più crescente necessità di diffondere solamente notizie accertate, che il virologo ha deciso di chiedere un contributo a Lopalco, che dovrà ora pubblicare articoli e analisi della pandemia da coronavirus in corso.

Come annunciato da Burioni in un messaggio di benvenuto, Pier Luigi Lopalco è un medico con un percorso professionale unico. Oltre ad essere considerato uno dei più bravi epidemiologi del mondo, questi osserva il virus nel rapporto con la comunità. Burioni, invece, essendo virologo osserva il virus nel suo rapporto con il singolo paziente.

La carriera di Lopalco

Questa la carriera di Lopalco ripercorsa nelle parole del virologo: “Pier Luigi è prima diventato professore associato all’Università di Bari, poi, per dieci anni, ha ricoperto un ruolo importantissimo a Stoccolma, nell’European Center for Disease Control, occupandosi naturalmente di malattie infettive e vaccinazioni. Questo gli consente di avere una vista ‘internazionale’ dei problemi, che a molti manca e che in situazioni come queste è indispensabile”.

I due, si continua a leggere nelle note di Burioni, hanno collaborato già sulla battaglia sui vaccini, sulla fondazione del Patto Trasversale per la Scienza e per aver scritto a quattro mani il libro Virus: la grande sfida.

Ciò che accomuna i due professionisti, inoltre, è l’essere stati tra i primi a capire che fosse in arrivo una situazione particolarmente grave.

Il sodalizio e la collaborazione tra i due, si spera, porterà a una conoscenza sempre più dettagliata sul Covid-19 e sui metodi per contrastarlo.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento