News BAT

Home » Puglia Notizie » News BAT » Liliana Segre cittadina onoraria di Barletta

Liliana Segre cittadina onoraria di Barletta

“L'attribuzione della cittadinanza onoraria è stata approvata all'unanimità.”
Liliana Segre cittadina onoraria di Barletta

Liliana Segre potrebbe presto diventare cittadina onoraria della città di Barletta.

Del riconoscimento di questo conferimento se ne parlerà il prossimo 29 novembre durante i punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale.

Sebbene per la conferma ufficiale bisognerà attendere venerdì o al massimo la seconda convocazione del Consiglio, prevista per sabato 30, numerosi cittadini della città della Disfida hanno mostrato il proprio consenso ed entusiasmo qualora la proposta dovesse essere confermata.

Liliana Segre e la sua storia

Liliana Segre è una testimone della Shoah che è sopravvissuta all’orrore di Birkenau-Auschwitz, campo di concentramento dove è stata rinchiusa a soli 13 anni nella sezione femminile insieme ad altre 700 ragazze e 60.000 donne.

Sebbene la sua liberazione sia avvenuta nel lontano 30 aprile del 1945, le ingiustizie subite all’interno del campo le continuano ad essere impresse sia nel cuore che sulla pelle (sul braccio ha infatti tatuato il n. 75190).

Tornata a Milano, però, Liliana Segre ha aspettato ben 45 anni per riuscire a parlare di quanto vissuto durante il periodo della Shoah, iniziando solamente nel 1990 a incontrare studenti e professori per raccontare loro la sua personale e terribile esperienza.

Da quel momento in poi la Segre non ha più smesso: sono stati girati alcuni documentari, come Memoria del 1997 e Binario 21 e libri come Come una rana d’inverno. Conversazioni con tre donne sopravvissute ad Auschwitz, edito da Bompiani e Sopravvissuta ad Auschwitz. Liliana Segre fra le ultime testimoni della Shoah, edito da Paoline Editoriale Libri.

Grazie al suo costante lavoro di diffusione e di testimonianza del periodo da lei stessa vissuto, la donna ha poi ottenuto nel 2008 la laurea honoris causa in Giurisprudenza e quella in scienze pedagogiche dell’Università di Trieste e da quella di Verona.

Lo scorso 19 gennaio 2018, invece, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella le ha conferito l’incarico di senatrice a vita per i suoi “altissimi meriti nel campo sociale”.

Qualora il Consiglio Comunale dovesse decidere di approvare la sua candidatura a cittadina onoraria, quindi, Barletta adotterebbe tra i suoi abitanti un notevole esempio di forza e coraggio.

Aggiornamento del 29 novembre

Il Consiglio Comunale ha conferito, all’unanimità, la cittadinanza onoraria alla Segre, definita dal sindaco Cosimo Cannito una “instancabile testimone di una delle pagine più terribili della storia, quella della persecuzione razziale, della pulizia etnica e del genocidio, di cui si sono macchiati la Germania nazista e i suoi alleati, fra il 1933 e il 1945”.

Il gesto simbolico voluto dall’amministrazione, come dichiarato, vuole essere una prova del forte sentimento di gratitudine nei confronti della senatrice Segre per forza della sua opera e per manifestare l’onore di accoglierla nella comunità barlettana.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata © Serviziweb Srl. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


1 commento su “Liliana Segre cittadina onoraria di Barletta

  1. Anna Defazio ha scritto:

    C’è niente da fare noi Barlettani amiamo il mondo e tutti i cittadini che lo abitano, di qualsiasi razza, religione e colore, grazie Barletta sei grande, anzi grandi w noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Sconti e offerte
Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento