Lecce: Irregolare Festival
Eventi provincia Lecce

Home » Eventi Puglia » Eventi provincia Lecce » Lecce, tornano gli eventi dell’Irregolare Festival

Lecce, tornano gli eventi dell’Irregolare Festival

Irregolare Festival
Evento
Irregolare Festival
Località
Lecce (LE) - Centro storico e quartiere 167
Data/periodo
dal 6 al 26 Set 2021
Orario
Variabile
Ingresso
gratuito

Dopo la pausa forzata nel complicato anno 2020, Irregolare Festival torna a Lecce dal 6 al 26 settembre 2021, con uno straordinario programma di concerti, laboratori, convegni, feste, mostre d’arte e creazione urbana, performance, tutti rigorosamente gratuiti.

Nato per omaggiare la memoria del professor Piero Fumarola – sociologo delle religioni e dei processi culturali, intellettuale eclettico e militante scomparso nel 2018 – Irregolare Festival si pone come veicolo di discussione su tematiche attuali e d’interesse sociale, occasione d’incontro e di scambio creativo sulla rotta del contemporaneo.

Terza edizione del Festival di Lecce

Seguendo questa direzione, il Festival nella sua terza edizione promuove l’incontro tra il quartiere 167 di Lecce e la banlieue di Parigi, due periferie urbane, due mondi distanti tra loro eppure legati da un’anima profonda, attraversati da questioni aperte, che esigono una riflessione attenta e partecipata, luoghi propulsori di cambiamento, fucine di controculture. La periferia, quindi, diviene protagonista assoluta, contribuendo a ribaltare i consueti stereotipi che spesso la riducono a territorio marginale e contesto socialmente critico: per Irregolare Festival, la periferia è piuttosto un luogo da immaginare, costruire, vivere, spazio privilegiato per conoscere se stessi, promuovere azioni, lavoro e incontrare il resto del mondo.

Ma il Festival mira anche alla creazione di un ponte tra culture musicali, sollecitando esperimenti e percorsi inediti. Quest’anno, protagonista è l’incontro tra musica colta e musica che si origina dalla tradizione orale e popolare, tra musica etnica dei riti ancestrali e nuove forme rituali delle periferie metropolitane, rap, trap e psichedelia elettronica, la “colonna sonora” dei rituali collettivi agli inizi del terzo millennio.

Dalla città di Parigi, una delle grandi culle in Europa delle nuove controculture con le sue “banlieues” caratterizzate da uno spiccato meltin’ pot, al quartiere 167, periferia della città di Lecce, divenuta da alcuni anni luogo di nuove sperimentazioni. Una visione, quella di Irregolare festival, concepita secondo una prospettiva sovranazionale di connessioni, relazioni, collaborazioni, che quest’anno tocca anche il mondo della musica classica, invitando l’Orchestra sinfonica di Lecce e del Salento Oles a un esperimento inedito con artisti francesi e italiani, “Trap sinfonico”, ideato dal musicista, leader dello storico gruppo Nidi d’Arac e talent producer Alessandro Coppola e realizzato in collaborazione con Espace Paris Jeunes Mahalia Jackson di Parigi.

Anche in questo esperimento Irregolare Festival mira a un superamento degli stereotipi, radicati attorno alle diverse culture musicali. Portando la musica colta nelle piazze, fuori dai luoghi tradizionalmente deputati ad accogliere le orchestre, intende avvicinare l’importante patrimonio da esse veicolato alle persone, con un’azione di cittadinanza attiva per stimolare la conoscenza, la fruizione, l’interesse, la cura e la valorizzazione della cultura in modo trasversale. Allo stesso tempo, invitando gli artisti delle culture musicali del terzo millennio a confrontarsi con la musica di tradizione colta rivela le capacità poliedriche e le potenzialità creative a 360 gradi della nuova scena.

Ma il cortocircuito non si ferma alla musica. Una delle novità della terza edizione è il progetto sperimentale “Bellissima Lecce”, organizzato in partnership con la compagnia parigina “World Wide Society”, con la direzione artistica di Susanna Dimitri e la consulenza di Sara Colonna. Il progetto rientra nella sezione “Art” del Festival, che porta nel quartiere 167 di Lecce installazioni e mostre a cielo aperto a cura di Massimiliano Licci. Luogo espositivo della sezione artistica, curato dall’artista Fabrizio Greco, sarà inoltre nel cuore del centro storico l’ex Conservatorio Sant’Anna.

posizione

Mappa

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento