News Taranto

Home » Notizie Puglia » News Taranto » Internazionalizzazione, aiuti dalla Regione per Piccole e Medie Imprese

Internazionalizzazione, aiuti dalla Regione per Piccole e Medie Imprese

“L'annuncio è stato dato dall'assessore Mino Borraccino.”
Internazionalizzazione, aiuti dalla Regione per Piccole e Medie Imprese

La Regione Puglia ha fatto ufficialmente partire l’Avviso Pubblico per gli Aiuti ai programmi di Internazionalizzazione delle Piccole e Medie Imprese.

Il bando, annunciato dall’assessore allo Sviluppo Economico Mino Borraccino, è rivolto alle imprese di piccole (ovvero con meno di 50 unità lavorative) e medie dimensioni (meno di 250 lavoratori e con un fatturato non superiore ai 50 milioni di euro) e ai Raggruppamenti di P.M.I aventi sede operativa in Puglia e costituiti con forma giuridica di “contratto di rete”.

Quali sono i progetti finanziati

Attraverso il bando, dunque, la Regione Puglia intende finanziare progetti:

  • per l’internazionalizzazione, funzionali al potenziamento della competitività del sistema di offerta aziendale all’estero realizzati attraverso progetti di commercializzazione all’estero e/o collaborazione industriale con partner esteri (quali partnership, joint venture, sfruttamento di brevetti e tecnologie), che possono prevedere servizi di ricerca di partners esteri per la definizione di progetti di investimento e/o accordi di collaborazione industriale da realizzarsi all’estero; studi di fattibilità connessi con la valutazione economico‐finanziaria, fiscale, legale contrattuale, e di progettazione/ ingegnerizzazione di prodotti/processi inerenti i progetti di investimento e/o di partnership industriale da realizzarsi all’estero; servizi di assistenza tecnica e di tutoraggio all’impresa nelle varie fasi di implementazione e monitoraggio del programma di internazionalizzazione;
  • per il marketing internazionale, finalizzati a garantire il presidio stabile dell’impresa nei mercati esteri, che possono prevedere assistenza consulenziale qualificata per la realizzazione di azioni sul campo funzionali alla strutturazione della propria offerta sui mercati esteri, l’introduzione di nuovi prodotti e/o marchi sui mercati esteri frequentati o l’inserimento di prodotti e/o marchi su nuovi mercati esteri, progettazioni di iniziative coordinate di promozione e comunicazione (anche attraverso la creazione ed il lancio di marchi collettivi);
  • per la partecipazione a fiere esclusivamente relativi alla partecipazione di un’impresa ad una sola fiera o mostra, in Italia o all’estero, di particolare rilevanza internazionale.

Cosa finanzia

  •  Spese per servizi di consulenza specialistica, finalizzati a sviluppare il progetto di promozione internazionale, comprensivo di:
    • progettazione, organizzazione e realizzazione di specifiche azioni promozionali sui mercati esteri di riferimento;
    • attività di ricerca ed identificazione potenziali partner esteri;
    • analisi e riorganizzazione della struttura e delle procedure aziendali ai fini della internazionalizzazione;
    • attività di analisi e valutazione di jointventure o accordi di collaborazione commerciale o industriale, anche nel campo dell’innovazione, della ricerca e del trasferimento tecnologico internazionale;
    • servizi di assistenza legale, fiscale e contrattualistica internazionale, riferiti esclusivamente ai Paesi target del progetto di promozione internazionale per il quale si richiede l’agevolazione;
  • costi esterni per la figura del/della “export manager” (un temporary manager o, in caso di reti o consorzi, un/una manager condiviso), dedicato esclusivamente al lavoro di conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto di promozione internazionale, da svilupparsi anche nei Paesi target, fino ad un massimo di € 100.000,00 complessivamente;
  • spese per servizi di consulenza specialistica relativi a studi ed analisi di fattibilità per la costituzione e gestione di investimenti all’estero funzionali alla costituzione di centri di servizi di vendita, controllo e certificazione di qualità, assistenza post-vendita, distribuzione e/o logistica per il sistema di offerta;
  • spese per la partecipazione a fiere specializzate di particolare rilevanza internazionale;
  • spese per l’organizzazione e la realizzazione di mostre promozionali inserite in un evento/mostra di carattere internazionale.

Come partecipare

Dal 2/03/2020 le imprese interessate possono presentare le domande di agevolazione al Soggetto Finanziatore o ad un Confidi.

Il Soggetto Finanziatore, ricevuta la domanda di agevolazione, può inoltrare la domanda a Puglia Sviluppo solo online tramite la procedura sulla piattaforma Sistema Puglia.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento