Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Halloween, festa presente in Puglia dall’era romana

Halloween, festa presente in Puglia dall’era romana

“Halloween vive in Italia grazie alla cultura americana, ma diverse tradizioni lo legano alla Puglia.”
Halloween, festa presente in Puglia dall’era romana

Halloween è una festa celebre in tutto il mondo, rilanciata negli ultimi anni verso usi e mode comuni grazie alla cultura americana che ne riporta la celebrazione con travestimenti, dolci, luci e decorazioni. Le sue origini sono lontane e variopinte, e tutt’oggi è festeggiata in tutta la Puglia per imitazione e come scusa perfetta per divertirsi. Tuttavia è sempre bene fare chiarezza, poiché le celebrazioni di inizio novembre hanno sempre avuto luogo in Italia e si sono adattate con il tempo alla situazione culturale del periodo.

Halloween, fine dell’Estate

Tutti i popoli europei erano abituati in passato a celebrare la fine del mese di ottobre, che corrispondeva all’inizio del periodo freddo dell’anno, fase in cui aveva termine la transumanza e, per pastori e molti agricoltori, iniziava il “momento morto” dell’anno. Il nome Halloween deriva da un’espressione irlandese che indica la Fine dell’Estate, che per associazione di idee divenne il periodo perfetto in cui ricordare i propri cari ormai trapassati, con l’inverno alle porte. Sullo stesso principio, durante il periodo romano, in Italia e in Puglia erano celebrate diverse commemorazioni, che si fusero con quelle del resto d’Europa sia per date che per abitudini.

Le tradizioni pugliesi

In Irlanda era abitudine intagliare le rape a forma di volto illuminandole con una candela, che in America divennero zucche. In Puglia in quel periodo non vi erano verdure adeguate allo scopo, pertanto sopravvisse l’abitudine di utilizzare solo un lumino, così da illuminare la via dei defunti. In diverse città, ben prima della diffusione del concetto americano di Halloween, permangono da secoli tradizioni che ricalcano fedelmente la festa che, erroneamente, si ritiene abbia avuto origine oltreoceano. A Orsara di Puglia, ogni inizio novembre, si illuminano le vie con dei falò, per guidare i trapassati verso casa, con la cosiddetta Fucacoste. A Lesina, poco distante, si regalano ai bambini calze piene di dolci, che appese vicino ai loro giacigli sono benedette dal passaggio degli spiriti dei familiari defunti. Molto simile al celebre dolcetto o scherzetto, a San Nicandro Garganico i bambini girano ancora, da secoli, di porta in porta, chiedendo caramelle e cioccolato in recitando una filastrocca, e a Massafra gli anziani raccontano ancora come i defunti percorrano le strade durante le notti del periodo, portando con sé le anime di coloro che vi si trovassero a passare.

31 ottobre oggi

Ad ora, la sera del 31 ottobre, in molti utilizzano Halloween come motivo per organizzare feste e travestirsi, imitando gli usi americani, mentre i bambini si truccano a festa con il desiderio di giocare. In realtà, è l’ennesima evoluzione di una celebrazione antica più di mille anni, che non ha mai abbandonato l’Italia e che in Puglia sopravvive nelle tradizioni più impensabili.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia