Eventi provincia Foggia

Home » Puglia Eventi » Eventi provincia Foggia » Giulietta e Romeo del Balletto di Roma, in scena al Teatro Giordano

Giulietta e Romeo del Balletto di Roma, in scena al Teatro Giordano

Giulietta e Romeo
Evento
Giulietta e Romeo
Località
Foggia (FG) - c/o Teatro Umberto Giordano
Data/periodo
3 feb 2018
Orario
ore 21:00
Ingresso
a pagamento
Informazioni
0881773883

Sul palcoscenico del Teatro Umberto Giordano di Foggia, sabato 3 febbraio, arriva una delle produzioni di maggior successo della compagnia del Balletto di Roma, firmata dal coreografo e regista Fabrizio Monteverde, “Giulietta e Romeo”. Restando fedele al testo di Shakespeare e la celebre partitura di Prokovief, questa nuova creazione si dipana in una scrittura coreografica straordinariamente e meravigliosamente “asciutta”.

Nella versione monteverdiana, infatti, la Verona degli amanti infelici di Shakespeare lascia il posto ad un Sud buio e polveroso, reduce da una guerra e alle soglie di una rivoluzione. Un muro decrepito mantiene il ricordo di un conflitto mondiale che ha azzerato morale e sentimento, e annuncia, oltre le macerie, un futuro di rinascita e ricostruzione. È l’Italia immobile e fremente del secondo dopoguerra a far da sfondo alla storia di Giulietta, protagonista e vittima di una ribellione giovanile e folle, in fuga da una condizione femminile imposta e suicida di un amore inammissibile, e Romeo, silenziosamente appassionato e incoscientemente sognatore, destinato ad essere martire della propria fede d’amore innocente. Tra i due innamorati, fanno capolino le madri Capuleti e Montecchi, padrone ossessive e compiaciute di una trama resa ancor più tragica dall’intenzionalità dell’odio e dall’istigazione alla vendetta.

Nella mente geniale del coreografo, i due giovani sono messi in risalto da una danza originale, non soggiogata dai temibili riferimenti ‘storici’, ma autonoma e sicura nel mettere a fuoco dal plot shakespeariano, scavando con ispirazione ‘rabbiosa’ nei sentimenti e nei caratteri dei personaggi; senza risparmiarsi echi cinematografici, ma anche da riferimenti letterari o da citazioni di usanze e costumi tradizionali.

«Oggi torno a quella versione che composi a 30 anni riscoprendo il senso delle mie scelte estetiche e drammaturgiche, ma rimodellandole su nuovi interpreti – ha aggiunto il regista – Un’esperienza intensa, emotivamente e artisticamente, che coinvolge il mio passato e il mio presente». Esploso negli anni ’90, Monteverde è unanimemente considerato uno dei migliori rappresentanti della coreografia italiana della sua generazione.

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia