Eventi provincia Bari

Home » Puglia Eventi » Eventi provincia Bari » Chiese e musei aperti in Puglia, le “Giornate FAI” in regione

Chiese e musei aperti in Puglia, le “Giornate FAI” in regione

Giornate FAI
Evento
Giornate FAI
Località
Puglia (BA)
Data/periodo
dal 24 al 25 mar 2018
Ingresso
variabile

Giunte alla loro ventiseiesima edizione le “Giornate Fai di Primavera”, organizzate dal Fondo Ambiente Italiano, prevedranno l’apertura speciale di edifici normalmente chiusi al pubblico in tutta Italia. Le giornate interessate saranno sabato 24 marzo e domenica 25 marzo. Il fine è quello di salvaguardare e valorizzare il patrimonio artistico e naturale della nazione attraverso il restauro e l’apertura dei beni storici, artistici o naturalistici ricevuti per donazione, eredità o comodato. Si cercherà di promuovere l’educazione e la sensibilizzazione alla conoscenza, al rispetto e alla cura di arte e natura.

Saranno oltre mille i luoghi selezionati dal FAI su tutto il suolo nazionale dove, insieme a volontari del Fondo Ambiente Italiano, sarà possibile visitare in maniera interattiva chiese, ville, borghi, palazzi, aree archeologiche, solitamente chiuse al pubblico. In Puglia saranno diverse le iniziative finora selezionate dal FAI per essere visitate in occasione delle “Giornate Fai di Primavera” con contributi suggeriti a partire da 3,00 €.

A Bari sarà possibile visitare il Conservatorio di Musica di Stato Niccolò Piccinni, dove verrà raccontata la storia di Nino Rota, primo direttore dell’edificio a cui è stato intitolato l’auditorium dell’istituto. Si potrà inoltre ammirare lo storico organo Tamburini, saperne le origini, il tutto attorniato da spazi musicali dedicati e proiezioni di film e documentari sull’argomento.

A Monopoli apriranno le loro porte a titolo inedito il Museo Diocesano e il Museo della Cripta di San Romualdo. Nel primo sarà possibile assistere alla collezione di dipinti cittadini, codici miniati, antifonari, arredi sacri e paramenti, con un percorso ampliato dalla visita al Laboratorio di analisi e restauro e alla Biblioteca di monsignor Francesco Pedicini. Il secondo, realizzato a seguito del restauro di alcuni ambienti sotterranei della Basilica Cattedrale di Monopoli con un percorso espositivo, presenta reperti archeologici capaci di documentare l’evoluzione storica della città e le molteplici forme di occupazione che ha attraversato nei secoli.

A Giovinazzo sarà possibile ammirare la bellezza della Chiesa di San Francesco di Assisi, che attualmente ospita la scuola musicale dedicata a Filippo Cortese. Poco oltre i confini cittadini aprirà le sue porte anche il Casale di San Martino, risalente all’Undicesimo Secolo. Una costruzione particolare e ricca di storia, sede di diverse evoluzioni architettoniche e casa di differenti vescovi.

Ad Altamura sarà possibile visitare la tipografia Portoghese, prima edificata nella città, che custodisce la storia della stampa di tutto il ‘900. Presenta al suo interno diverse macchine da stampa dal grande valore archeologico industriale capace di appassionare tutti gli interessati.

Anche la chiesa di Santa Maria del Suffragio di Gravina in Puglia aprirà le sue porte agli interessati, ricca di pregevoli dettagli architettonici e opere d’arte di grande valore artistico, per lo più realizzate dai pittori Francesco Guarini ed Emanuele Mosca.

Turi protagonista dell’evento con la possibilità di visite guidate presso il Palazzo Tito Aceto, complesso di nuclei abitativi facenti parte delle proprietà di un’antica famiglia benestante, e presso la chiesa di San Domenico, contigua al municipio, bandiera dell’architettura seicentesca.

Quella delle “Giornate Fai di Primavera” è un’occasione unica a disposizione di tutti per scoprire parti nascoste della nostra cultura e della nostra arte. Ulteriori informazioni disponibili al sito: www.fondoambiente.it


Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia