Foggia: Giochi Estivi
Eventi provincia Foggia

Home » Puglia Eventi » Eventi provincia Foggia » Giochi estivi a Parcocittà, un’estate in movimento a Foggia

Giochi estivi a Parcocittà, un’estate in movimento a Foggia

Giochi Estivi
Evento
Giochi Estivi
Località
Foggia (FG) - Centro Polivalente San Felice
Data/periodo
dal 10 al 28 Giu 2019

Spazio al gioco e al divertimento nel Centro Polivalente di Parco San Felice di Foggia, dove sono pronti a partire i Giochi Estivi promossi da Parcocittà con la cooperativa sociale Louis Braille, che coinvolgeranno i bambini dai 5 agli 11 anni.

Un programma interessante, che ha già registrato il sold out delle prenotazioni, accolto con particolare entusiasmo dalle famiglie dei quartieri circostanti Parcocittà, ma non solo, per la varietà delle attività proposte: giochi di movimento, laboratori creativi pluri-sensoriali, letture animate, giochi di società e tanto altro ancora.

La prima settimana ruoterà intorno al tema della natura con “Natural-Mente”, dal 10 al 14 giugno, attraverso una serie di attività volte a sviluppare il pensiero ecologico e favorire comportamenti responsabili. Dal 17 al 21 giugno sarà la volta di “É proprio in gioco da ragazzi” che invece punterà l’attenzione sul gioco inteso come una risorsa autoeducativa. Racconti e storie diventeranno uno strumento per esprimere se stessi nell’iniziativa “Narramico”, in programma dal 24 al 28 giugno.

Incontrarsi, giocare, conoscersi

Il programma dei Giochi Estivi ha una precisa finalità che si riassume nella volontà di favorire la realizzazione di un contesto di condivisione di esperienze per i bambini, in cui l’apporto di ciascuno diventi risorsa per l’altro. «Ogni bambino è un microcosmo di esperienza, vissuti, emozioni: ma questi meravigliosi mondi, più facilmente di quanto non avvenga per gli adulti, si incontrano, si scambiano, si confrontano, si arricchiscono» spiega la coordinatrice delle attività, Annarita Gentile. Alcune attività saranno tese a stimolare la cooperazione e la condivisione tra bambini; altre renderanno l’educatore un osservatore invisibile per favorire la spontanea relazione sociale tra bambini. Tutto questo perché le nuove generazioni hanno raramente l’opportunità di mettere in gioco le proprie competenze sociali e relazionali, dal momento che la loro routine è scandita da impegni strutturati dai genitori e dagli adulti in generale.

posizione

Mappa

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Sconti e offerte
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia