Ginosa
Le Gravine

Home » Cosa vedere » Le Gravine » Ginosa: il castello, i villaggi rupestri e la Chiesa Madre

Ginosa: il castello, i villaggi rupestri e la Chiesa Madre

Città
Ginosa
Provincia
Taranto
CAP
74013 (Ginosa)
Superficie
188,49 km²
Abitanti
22254 (31-5-2019)
Nome abitanti
Ginosini
Patroni
Maria SS.ma del Rosario, SS. Medici Cosma e Damiano

Ginosa di Puglia è un comune in provincia di Taranto nella quale si fondono storia, arte, spiritualità e vita quotidiana.

Nota agli amanti del grande cinema italiano per essere stata lo sfondo di alcune scende del film di Pier Paolo Pasolini Il vangelo secondo Matteo, Ginosa è anche conosciuta per la presenza di particolari case-grotte e chiese rupestri.

Castello normanno e Chiesa Madre

Arroccato su di una rupe, inglobato al costone della gravina che circonda per tre quarti Ginosa, si trova il castello. La parte più antica è di costruzione normanna e fu voluta probabilmente da Roberto il Guiscardo intorno al 1080, era munito originariamente di tre torri merlate e di un ponte levatoio; nel XVI secolo parte del castello originaria fu abbattuta, in modo da trasformarlo in un palazzo nobiliare. La parte posteriore del castello, a strapiombo sulla gravina fa parte della costruzione primitiva.

Scopri di più su: Castello di Ginosa, meravigliosa fortezza normanna

Poco distante dal castello, percorrendo via Matrice, si raggiunge la Chiesa Madre, immersa nello scenario rupestre. Costruita a metà del ‘500, ha linee semplici in stile gotico rinascimentale con la facciata realizzata in tufo. L’interno è a tre navate con cappelle lungo le navate laterali, nella navata mediana si trovano l’altare maggiore ed il pulpito settecentesco.

Ginosa, chiese e villaggi rupestri

L’ambiente rupestre di Ginosa è stato fortemente antropizzato fino alla seconda metà del secolo scorso. Alcuni esempi di villaggi rupestri strutturali possono essere ritrovati in quello del Casale o di Rivolta: le loro case sono disposte su ben cinque livelli, tutti collegati con scale e stradine.

Nel ‘500 si sviluppò la creazione delle case-grotta: parte dell’abitazione era scavata nella pietra e la restante costruita con i materiali estratti durante i lavori. Molte case-grotta avevano anche la cisterna per la conservazione dell’acqua.

Nel villaggio del Casale si trova la cripta di San Leonardo Vecchio, costituita da una parte in grotta risalente al ‘500 e da una parte in muratura settecentesca; all’interno vi sono due affreschi: uno raffigurante San Nicola e l’altro la Buona Morte.

cosa vedere

Cosa vedere a Ginosa

Una tabella riepilogativa dei principali luoghi di interesse storico, culturale e paesaggistico.

EDIFICI RELIGIOSI
La Chiesa Madre
Cripta di S.Leonardo Vecchio
EDIFICI STORICI
Castello
NEI PRESSI DEL MARE
Marina di Ginosa
LUOGHI DI INTERESSE
Villaggio rupestre del Casale
Villaggio rupestre di Rivolta
mappa

Mappa di Ginosa

In questa mappa navigabile puoi vedere dove si trova Ginosa.
Puoi ingrandire o rimpicciolire la cartina per capire dove sono ubicati i luoghi da visitare e capire come raggiungerli facilmente.

come arrivare

Come arrivare a Ginosa

Ecco come raggiungere Ginosa comodamente con i principali mezzi di trasporto disponibili.

IN AUTO
55 km a nord-ovest di Taranto lungo le E90 e SS580
IN TRENO
Collegamenti diretti con Taranto
LINEE URBANE
Collegamenti diretti con Taranto (CTP)


Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento