News Foggia

Home » Notizie Puglia » News Foggia » “Gino Lisa”, continuano i progetti sul suo futuro

“Gino Lisa”, continuano i progetti sul suo futuro

“I lavori per l'allungamento della pista sono iniziati lo scorso aprile.”
“Gino Lisa”, continuano i progetti sul suo futuro

Dopo la firma da parte del ministro Danilo Toninelli dello scorso marzo, pian piano inizia a delinearsi il futuro dell’aeroporto di Foggia “Gino Lisa“.

L’augurio di tutti gli abitanti della Capitanata (ma non solo) è sempre stato quello di riuscire, una volta terminati i lavori di ampliamento della pista, di poter vedere decollare e atterrare dalla pista del Gino Lisa, oltre agli aereei militari, anche quelli civili. Questa nuova apertura, dopotutto, consentirebbe a tutta la zona del Gargano di vedere un incremento notevole di turisti, che spesso, proprio a causa di un aeroporto in zona, rinunciano a visitare le meraviglie del posto.

Alcuni punti fondamentali

Il sogno sembrerebbe, almeno per il momento, diventato realtà. Come già annunciato negli scorsi mesi, una volta terminati i lavori della pista, per poter vedere atterrare in terra foggiana alcuni voli, è importante che vengano rispettati alcuni punti come:

  • prezzo economico
  • voli affidabili e puntuali
  • alta pubblicità locale
  • collegamenti con bus

Easy-Jet unica possibile compagnia

Oltre a questi, è importante rispettare le dimensioni dei boeing in grado di poter atterrare al Gino Lisa, la cui nuova pista sarà lunga 1.800 metri. Stando a tutti gli ultimi modelli utilizzati dalle compagnie low cost, l’unica compagnia che potrebbe atterrare in terra pugliese potrebbe essere quella della Easy-Jet.

Una grande esclusa è invece la compagnia irlandese Ryanair, la quale utilizza degli aerei troppo lunghi, che necessiterebbero invece una pista lunga almeno di 2mila metri.

L’augurio degli abitanti

Aprire il Gino Lisa agli scali EasyJet, tuttavia, potrebbe avvicinare l’aeroporto più a nord della Puglia verso alcune mete europee quotidianamente frequentate, con voli verso Milano, Londra e Parigi.

In realtà queste informazioni erano già state rese note nel Piano industriale del Comitato Vola Gino Lisa, ma sono state confermate in questi giorni dallo staff che da questo inverno sta lavorando costantemente affinché la consegna dei lavori avvenga entro i termini previsti.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


1 commento su ““Gino Lisa”, continuano i progetti sul suo futuro

  1. Pasquale ha scritto:

    Qundi o Easy Jet o abbiamo buttato più di 20 milioni di euro? Pertanto dobbiamo accettare qualsiasi cosa ci viene proposta da questa compagnia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento