News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Gabriele Gravina, da Castellaneta alla probabile guida della FIGC

Gabriele Gravina, da Castellaneta alla probabile guida della FIGC

“Il prossimo 22 ottobre i risultati della candidatura che probabilmente eleggerà il tarantino presidente dalla FIGC.”
Gabriele Gravina, da Castellaneta alla probabile guida della FIGC

Un abitante di Castellaneta si prepara con tutta probabilità a presiedere uno dei maggiori organi sportivi a livello nazionale, la FIGC. È il caso di Gabriele Gravina, imprenditore, dirigente sportivo, accademico italiano, nato in provincia di Taranto nel 1953, solo candidato per le elezioni che si terranno il 22 ottobre 2018 a Fiumicino e che decideranno il nuovo massimo esponente della Federcalcio.

La candidatura di Gabriele Gravina

Domenica 7 ottobre era il giorno limite entro il quale era possibile presentare la propria candidatura per il ruolo da Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, e il tarantino Gabriele Gravina è stato il solo ad aver avanzato richiesta. Sessantacinquenne a capo della Lega Pro sin dal dicembre 2015, dalla sua parte vi sono anche la Lega Nazionale Dilettanti e l’Associazione Italiana Allenatori, che portano la possibilità della sua elezione a uno statuario 63%, un valore più che soddisfacente per ottenere il ruolo.

Il programma

Il programma di Gabriele Gravina è stato uno dei suoi punti forti della sua candidatura, basato sulla logica dell’innovazione e sul miglioramento della struttura dei campionati. Oltre la valorizzazione della componente giovanile nazionale, attualmente ritenuto una delle debolezze del calcio italiano, tra le intenzioni del presidente di Lega Pro spicca anche la ridefinizione del perimetro delle squadre professioniste, con una Serie A e B a 20 squadre, una serie C semiprofessionista composta da 3 gironi da 60 team totali, e un’area dilettantistica LND da 162 club divisi per nove gruppi. Tra le proposte, inoltre, la valorizzazione della Coppa Italia e del calcio femminile, con la creazione di un organismo apposito.

Il curriculum

La candidatura di Gabriele Gravina giunge come punto d’arrivo di un percorso sportivo iniziato negli anni ’80 con la presidenza del Castel di Sangro, passando per il ruolo di capo delegazione della Nazionale Italiana Under 21 tra il 2004 e il 2008 e la docenza presso l’Università degli Studi di Teramo in qualità di docente di Management, organizzazione e gestione degli eventi sportivi.

Il futuro

Bisognerà attendere il 22 ottobre per vedere i risultati effettivi di questa candidatura. Sfuma così l’ipotesi che vedeva in corsa anche l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, mentre Gabriele Gravina nomina l’ex dirigente sportivo della Juventus Beppe Marotta per un ruolo attivo nella sua futura Federcalcio.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia