News Foggia

Home » Notizie Puglia » News Foggia » ForGargano, 200mila piante pronte per essere piantumate

ForGargano, 200mila piante pronte per essere piantumate

“L'area interessata è quella compresa tra Ischitella e Vico del Gargano.”
ForGargano, 200mila piante pronte per essere piantumate

All’interno del vivaio forestale del Consorzio di bonifica montana del Gargano, pronte per essere piantumate sul più grande promontorio italiano, ci sono oltre 200mila piante autoctone, la cui biodiversità rappresenta il 30% della flora italiana.

Questo dato, riportato dall’Adnkronos, mostra come la sicurezza idrogeologica del Paese sia strettamente connessa alla manutenzione dei territorio montani, dove è indispensabile creare le condizioni per la permanenza del presidio umano.

Come ricordato all’agenzia di stampa da Francesco Vincenzi, presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi di bonifica e irrigazione, è proprio per questo motivo che si guarda con particolare attenzione al progetto pilota ForGargano, iniziativa che interessa proprio lo Sperone d’Italia.

Aziende agricole, come rendere più efficienti le attività boschive

L’obiettivo di questo programma è quello di implementare sistemi e metodi innovativi per migliorare la redditività delle aziende agricole, fornendo loro gli strumenti per rendere più efficienti e remunative le attività boschive. Nello specifico, l’area interessata è quella compresa tra Ischitella e Vico del Gargano: mettendo in atto il progetto, dunque, verrà promossa la valorizzazione e la tutela delle risorse forestali, favorendone così il mantenimento e la cura, in osservanza del Piano del Parco, delle linee di gestione delle Aree Natura 2000 e delle linee guida per la Gestione Sostenibile delle Risorse Forestali e Pastorali nei Parchi Nazionali.

Il progetto pilota ForGargano ha preso quindi il via con il posizionamento di trappole a ferormoni, soprattutto per gli insetti defogliatori.

Ad esserne soggetto capofila, invece, è il Consorzio di bonifica montana del Gargano, in partenariato con l’Ente Parco Nazionale del Gargano, l’Università di Foggia (dipartimento di agraria) e alcuni soggetti privati.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento