Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Foresta Umbra, incanto e bellezze naturali nel polmone di Puglia

Foresta Umbra, incanto e bellezze naturali nel polmone di Puglia

Foresta Umbra, incanto e bellezze naturali nel polmone di Puglia

Rinomata in tutta Italia, la Foresta Umbra, polmone verde del Gargano, che con le sue Faggete Vetuste, rientra nel Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO. Numerose le operazioni a cura dell’ente Parco Nazionale del Gargano che hanno portato a questo incredibile risultato lo scorso 2017.

Un’area verde che si estende per oltre 10.000 ettari, nel cuore del Promontorio del Gargano, un luogo di straordinario valore e di incredibile bellezza, che abbiamo il privilegio di custodire sul territorio pugliese. Ideale per una domenica all’insegna della natura, la Foresta Umbra arriva sino agli 830 metri di altitudine ed offre panorami esclusivi, oltre che una grande varietà di flora e fauna che popola l’intera superficie. Appassionati della natura, amanti della fotografia e videomaker si recano da sempre in questa straordinaria location, con l’obiettivo di raccontarne le bellezze attraverso istantanee di rara bellezza.

Così, Nicola Totaro (che ringraziamo), in questo piacevole video che vi mostriamo, ci prende per mano, portandoci a planare sull’immensa distesa di verde, in una calda giornata all’insegna del piacere e del divertimento puro. Uno sguardo curioso, che ci porta in sella ad una mountain bike, attraversando percorsi sterrati immersi nel verde, prima di fermarsi per qualche attimo di ristoro, all’ombra di un albero, dinanzi ad una piacevole distesa d’acqua.

Perché la Puglia riserva anche questo, oltre agli straordinari panorami sul mare, possiede alcune aree verdi tra le più belle di tutta la Penisola italiana, come la Foresta Umbra stessa, la Foresta di Mercadante, il Parco Naturale dell’Alta Murgia, oltre alle riserve naturali come quella di Torre Guaceto e numerose altre.

Habitat naturali e varietà dei paesaggi hanno decretato l’esclusività di questo luogo, un’area protetta nel Parco Nazionale del Gargano. Ma riuscite ad immaginare il perché di questo nome misterioso? Foresta Umbra deriva proprio la latino “umbra”, cupa, ombrosa, come si presentava il territorio all’epoca, ed in parte anche attualmente, dato l’insieme fitto di vegetazione. Tra i preziosi tesori conservati in questo habitat, le Faggete Vetuste, di enorme valore biologico ed ecologico.

Un luogo misterioso, che si conserva nel suo antico fascino, raccontandoci della straordinarietà della vegetazione spontanea. L’area della foresta arriva sino nei comuni di Monte Sant’Angelo, Vico del Gargano, Vieste, Carpino e Peschici. Alcune zone sono interdette ai veicoli a motore, per preservarne l’ambiente, alcune sono addirittura inaccessibili al pubblico, in quanto habitat della maggior parte delle specie animali di questo posto, come lepri, scoiattoli, piccoli roditori, fagiani, cinghiali, donnole, caprioli e talvolta anche cervi, daini, volpi, tassi e gatti selvatici.

Rami imponenti e fronde si intrecciando quasi a creare un tetto su questo prezioso patrimonio di natura e bellezza. L’aria tranquilla, il fresco perenne, anche nel corso dell’estate, le piogge che cadono abbondanti nelle stagioni più calde, favorite dall’umidità che giunge dal Settentrione, la neve d’inverno e la purezza del paesaggio sono uno scorcio esclusivo di uno dei territorio di più grande prestigio ambientale conservati nel cuore del Tacco d’Italia.

video Video


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia