puglia
News Foggia

Home » Puglia Notizie » News Foggia » Foresta Umbra, ci sono le liane: le studiano dagli Usa

Foresta Umbra, ci sono le liane: le studiano dagli Usa

La Foresta Umbra, nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, richiama attenzioni a stelle e strisce. L’esperto americano Stefan Schnitzer è infatti in visita in provincia di Foggia per comparare le dinamiche forestali e le interazioni albero-liana tra foreste tropicali e foreste temperate calde ad elevata biodiversità. Schnitzer- del Dipartimento di Scienze Biologiche dell’Università del Wisconsin-Milwaukee (Usa) e specializzato da oltre 20 anni nelle interazioni fra liane ed alberi nelle foreste tropicali -è uno dei maggiori esperti al mondo di liane, ed è stato accompagnato nella sua visita da Alfredo Di Filippo, docente di Botanica ed ecologia vegetale presso l’Università della Tuscia-Dafne di Viterbo che ha proposto di inserire le faggete garganiche (candidate a Patrimonio Naturale dell’Umanità) in un monitoraggio mondiale per lo studio dell’ecologia delle liane.

Stefan Schnitzer ospite del Parco Nazionale del Gargano per analizzare le faggete

“Durante la visita ho potuto anche apprezzare la presenza diffusa di edera, liana presente in Foresta Umbra con esemplari di dimensioni monumentali che meritano particolare tutela grazie all’importante ruolo nella conservazione della biodiversità, per esempio grazie alla produzione autunnale di nettare e polline-ha spiegato Schnitzer- per api e altri impollinatori o di frutti carnosi per gli uccelli. Insieme con Di Filippo ho constatato il notevole interesse scientifico legato alla comprensione di come varia il rapporto fra edera e faggi vetusti, soprattutto a seguito del riscaldamento climatico”. Così, se nel celebre cartone animato “Il libro della giungla” Tarzan le usava per saltare da un albero all’altro, classificando geograficamente le liane all’interno delle foreste esotiche, ora le liane sono presenti anche tra le faggete candidate UNESCO per comparare le dinamiche forestali tra foreste tropicali e foreste temperate calde ad elevata biodiversità. Lo sviluppo delle liane, soprattutto in alberi monumentali e vetusti, sarà ora sottoposto ad un monitoraggio che verrà confrontato con quello già avviato nelle foreste tropicali centro-americane.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia