News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Festival della Valle d’Itria, a Carmela Remigio il premio Bacco dei Borboni

Festival della Valle d’Itria, a Carmela Remigio il premio Bacco dei Borboni

“Un premio prestigioso assegnato al soprano Carmela Remigio nell'ambito del Festival della Valle d'Itria.”
Festival della Valle d’Itria, a Carmela Remigio il premio Bacco dei Borboni

È stato conferito al soprano Carmela Remigio il 41° premio Bacco dei Borboni durante il Festival della Valle d’Itria. Un premio nel corso degli anni assegnato a diverse personalità del mondo musicale tra cui Katia Ricciarelli, Raina Kabaivanska, Franco Fagioli, Jessica Pratt per citarne soltanto alcuni. Il soprano Carmela Remigio è nota per essere stata vincitrice del Premio Abbiati, dell’Associazione Critici Musicali italiani nel 2015 e per la tecnica adoperata. “Musicalità, convincente gioco scenico che le permettono di fornire prove di indubbio valore, sostenute dall’adeguata conoscenza dello stile di ogni partitura”.
Un successo il suo debutto di quest’anno al Festival della Valle d’Itria con la rara cantata di Rossini La riconoscenza, “Argene e Melania” e Come Armida nel Rinaldo di Handel/Leo.

Il premio Bacco dei Borboni

Il Premio Bacco dei Borboni, assegnato ogni anno in collaborazione con l’associazione Voltaire di Martina Franca, nel corso del Festival della Valle d’Itria, all’artista più apprezzato dell’edizione in corso. Il premio consiste in cento bottiglie di vino locale, il Martina d. o. c..

Oggi sarà inoltre in scena a partire dalle 21:00, a Palazzo Ducale di Martina Franca, l’ultima recita di Giulietta e Romeo di Vaccaj, trasmessa in diretta Euroradio e su Rai Radio 3, già del tutto sold out.

Carmela Remigio

Fregiata del Premio Abbiati dall’Associazione Critici Musicali italiani, il soprano Carmela Remigio inizia a studiare violino a cinque anni. Anni dopo intraprende lo studio del canto con Aldo Protti, perfezionando la sua tecnica con Leone Magiera. Dopo le prime scritture in opere dallo stile barocco si dedica a Mozart, cantando sempre nei principali ruoli da protagonista: Susanna e la Contessa ne Le nozze di Figaro, Vitellia ne La clemenza di Tito, Fiordiligi in Così fan tutte, Pamina in Die Zauberflöte, Elettra e Ilia in Idomeneo.

Più di quattrocento recite all’attivo nel Don Giovanni, nei panni di Donna Elvira e in quelli di Donna Anna, ha avuto grazie a quest’ultimo l’opportunità di lavorare con Peter Brook e con Claudio Abbado con cui ha inciso sin da giovanissima una prestigiosa edizione discografica del capolavoro di Mozart per Deutsche Grammophon. Ha collaborato con grandi direttori ed il suo repertorio abbraccia grandi capolavori di tutti i tempi.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia