News BAT

Home » Puglia Notizie » News BAT » Donazione organi, il coraggio dei genitori del campione 15enne Ruggiero

Donazione organi, il coraggio dei genitori del campione 15enne Ruggiero

“I genitori del ragazzo hanno acconsentito alla donazione degli organi.”
Donazione organi, il coraggio dei genitori del campione 15enne Ruggiero

Donare quando la vita ti priva del bene più prezioso, un figlio appena 15 enne è davvero difficile. Pensare alla salute di altre persone nel momento in cui si vorrebbe pensare solo a se stessi e al proprio dolore merita senza ombra di dubbio lode. Una forte prova di amore e di coraggio quella dei genitori di Ruggiero Napoletano, giovane promessa sportiva di Barletta scomparso prematuramente a 15 anni a causa di un’aneurisma celebrale sopraggiunta all’improvviso.

Il trequartista, questo il ruolo in campo di Ruggiero, ha lottato tra la vita e la morte nel reparto di Rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia per lunghi sei giorni. Il destino, però, aveva già deciso per tutti: il piccolo leone è passato a miglior vita questa notte. Dopo la prematura scomparsa, la sua famiglia composta dal papà Massimo, la mamma Nunzia, le sorelle Carmen e Brigida e il fratellino Francesco, non hanno avuto alcun dubbio: hanno deciso di trasformare una tragedia in un atto di amore nei confronti di altre persone altrettanto poco fortunate.

I signori Napoletano hanno autorizzato la donazione degli organi, che sono già stati espiantati questa notte.

L’importanza della donazione degli organi

Donare gli organi è un gesto di immenso amore nei confronti della vita di altre persone. Reni, cuore, fegato, pancreas e intestino sono le parti del corpo di cui c’è maggiore richiesta in Italia. Decidere di permettere che dopo la nostra morte altre persone possano beneficiare di parti del nostro corpo è fondamentale per la tutela della vita altrui. Queste donazioni, oltre a migliorare la qualità di vita di persone malate, possono, nei casi più gravi, salvarla dall’inevitabile morte: è questo il caso di tutti i trapianti, ad eccezione di quello del rene che rappresenta una valida alternativa terapeutica per i malati che altrimenti dovrebbero sottoporsi al trattamento della dialisi, una cura a cui il paziente viene sottoposto per 3-4 ore alla settimana un giorno sì e uno no.

Decidere di compiere questo gesto d’amore verso il prossimo quando si è ancora sani e capaci di intendere e volere è molto semplice: basta compilare l’apposito forum sul sito dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule (A.I.D.O.).

Nel caso specifico di Ruggiero Napolitano, la donazione dei suoi organi permetterà al suo cuore di battere ancora, magari sempre su un campo da calcio.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia