News BAT

Home » Notizie Puglia » News BAT » “Custodiamo il Turismo in Puglia”, prorogati i termini

“Custodiamo il Turismo in Puglia”, prorogati i termini

“Sono ancora disponibili 30 milioni per il Turismo e 7 milioni per la Cultura.”
“Custodiamo il Turismo in Puglia”, prorogati i termini

Al via l’ultima importante misura del pacchetto di interventi straordinari varati nel 2020 dalla Regione Puglia per oltre 750 milioni di Euro a sostegno dei diversi comparti economici e produttivi pesantemente colpiti dal lockdown imposto dall’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Dopo gli avvisi Micro-prestitoTitolo II Capo III e Capo VI TurismoSTART in favore dei professionisti, andati esauriti in poche settimane, dal prossimo 5 ottobre sarà attiva la piattaforma online www.custodiamoturismocultura.regione.puglia.it attraverso la quale l’Agenzia regionale del Turismo, delegata per la prima volta alla gestione diretta di aiuti di stato in qualità di organismo intermedio, erogherà alle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) pugliesi dei comparti Turismo e Cultura specifiche sovvenzioni interamente a fondo perduto, finalizzate a neutralizzare almeno in parte gli effetti economici negativi prodotti dal COVID-19 e a favorire la ripresa di settori strategici per l’economia regionale.

Custodiamo il Turismo in Puglia, tutte le info utili

La misura straordinaria ha un valore complessivo pari a 50 milioni di Euro a valere sulle azioni 3.3 e 3.4 del POR FESR Puglia 2014/2020 ed è articolata in due Avvisi pubblici significativamente denominati Custodiamo il Turismo in Puglia (per un importo complessivo pari a 40 milioni di Euro) e Custodiamo la Cultura in Puglia (per un importo complessivo pari a 10 milioni di Euro che si aggiungono agli oltre 17 milioni di Euro già stanziati e assegnati nell’ambito del Piano straordinario di sostegno alle imprese culturali e creative varato nel mese di maggio). La misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese (MPMI):

  • del settore alberghiero (alberghi e strutture simili con una sovvenzione fino a un massimo di 80 mila euro) ed extralberghiero (villaggi turistici, ostelli della gioventù, affittacamere, case e appartamenti vacanze, bed & breakfast, residence, campeggi e aree attrezzate per camper e roulotte, con una sovvenzione fino a un massimo di 35 mila euro), alle agenzie di viaggio e tour operator (con una sovvenzione fino a un massimo di 20 mila euro)
  • del settore culturale e creativo più pesantemente colpito dal lockdown (commercio ed edizione di libri, commercio al dettaglio di musica e video, produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video e programmi tv, proiezione cinematografica, attività fotografiche e di fotoreporter, noleggio di strutture e attrezzature per manifestazioni e spettacoli, organizzazione di convegni e fiere, gestione di strutture artistiche, rappresentazioni artistiche, parchi di divertimento e parchi tematici, attività di biblioteche, archivi, musei, di gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili), con una sovvenzione compresa tra 5 e 65 mila Euro in base al numero di U.L.A. (Unità Lavorative per Anno) occupate.

L’istanza per accedere alle sovvenzioni dovrà essere presentata esclusivamente in via telematica attraverso la procedura on line sul portale CUSTODIAMO TURISMO E CULTURA IN PUGLIA, rispettivamente nelle sezioni TURISMO e CULTURA. La scadenza del bando, inizialmente prevista per le ore 12.00 del 20 novembre, è stata ora prorogata al 21 dicembre 2020.

Custodiamo il turismo in Puglia, numero di domande presentate al 15 novembre

Ad oggi, a valere sugli Avvisi risultano ricevute 649 istanze, di cui per il Turismo 445 istanze per un importo richiesto di euro 10.747.755 mentre per la Cultura 204 per un totale di 3.433.103, per un volume finanziario totale di sovvenzioni richieste pari a € 14.180.858,00 (28% dell’intera dotazione delle misure).

Allo stato attuale vi sono, dunque, ancora risorse disponibili, ammontanti a circa 30 milioni per il Turismo e 7 milioni per la Cultura; la proroga del termine di scadenza per la presentazione delle istanze renderà senza dubbio più agevole la partecipazione da parte delle imprese attualmente travolte dal generalizzato affanno che sta connotando il sistema economico e sociale.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


2 commenti su ““Custodiamo il Turismo in Puglia”, prorogati i termini

  1. Flaviana Ciocia ha scritto:

    Ottimo!
    C’è un referente eventualmente cui chiedere notizie?

    1. Puglia.com ha scritto:

      Salve Flaviana, le consigliamo di seguire il link citato all’interno dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento