puglia
Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Cosa mangiare in Salento: i prodotti tipici più esclusivi da assaporare

Cosa mangiare in Salento: i prodotti tipici più esclusivi da assaporare

Viaggiando in Puglia, sono in molti a chiedersi “cosa mangiare in Salento”. Il Salento è infatti famoso per “il sole, lu mare, lu ientu”, ma soprattutto per la sua gastronomia variopinta di colori vivaci e variegata di sapori sensazionali. Ogni buon pugliese che si rispetti, consiglierebbe a un turista pronto a partire per le sue vacanze estive in questo posto incantato, di portare con sé dei pantaloni di una taglia in più per l’evenienza. È buona norma quando si viene in Puglia, non rifiutare mai un prodotto gentilmente e insistentemente offerto perché il vero pugliese ci resterebbe male.

Ecco i prodotti tipici da non rifiutare mai e da provare almeno una volta nella vita quando si decide di mangiare in Salento: per cominciare con “l’antipasto” per il pugliese, ottime ed imperdibili sono le cosiddette “friseddhre”, dei panini fatti in maniera semplice con il grano duro o l’orzo e cotte due volte. Questo tipo di cottura permette che la friseddhra diventi una specie di biscotto da “sponzare” nell’acqua per poi essere condita con pomodori, rucola sale e quant’altro. Questo prodotto veniva mangiato dai contadini di un tempo a colazione, quando “non si sapeva come riempire la pancia”. Altra bontà salentina è la puccia tipica per la sua mollica consistente, generalmente si mangia il 7 dicembre e viene farcita con tonno e altri ingredienti, perché il vero pugliese rispetta le tradizioni. Altro prodotto tipico è l’uliata, un panino simile alla puccia per il suo impasto ma abbondantemente farcito con tonno, olive nere, verdure e peperoncino. Addirittura è stata allestita una sagra in onore di questo prodotto unico nel suo sapore. Parlando di pane e pasta, un must della cucina salentina, ma anche di tutta la Puglia, sono le orecchiette fatte a mano, anticamente “preparate dalla nonna”. Il condimento preferito dal pugliese medio per questa specialità fatta a mano sono le cime di rapa, ma meglio ancora se la domenica la nonna cucina le orecchiette al ragù, assolutamente da provare almeno una volta nella vita. Il pranzo dev’essere sempre arricchito dai taralli, fatti generalmente di grano tenero, olio e semi di finocchio.

La terra salentina offre inoltre una ricchezza unica, si ha l’imbarazzo della scelta nel decidere cosa mangiare in Salento. Essenziale è l’olio extravergine d’oliva, fonte di fama e invidia in tutto il mondo. Quest’olio, prodotto esclusivamente con olive pugliesi, è usato per la preparazione di quasi tutti i piatti tipici, proprio perché come direbbe il vero pugliese “da più amore al piatto”. Un passepartout è la patata zuccarina, utilizzata per il condimento di molti piatti. A differenza della patata importata dall’estero, questa tipologia presenta una polpa giallastra, ottima per essere cucinata in modi differenti. Assolutamente da assaggiare è anche il latte di mandorla, usato con granite, con caffè e ghiaccio, ma anche ottimo da bere semplice per una colazione rigenerante. Il latte è utilizzato anche per la produzione di ricotta forte, forse chiamata così per il suo gusto piccante e il suo odore appunto “forte”, ma anche per la produzione del cacioricotta, chiamato così perché si caratterizza come un mix tra ricotta e formaggio. Questo prodotto nasce dalla lavorazione di latte nostrano di capra e pecora.

Per chiudere in bellezza il menù salentino, i dolci tipici da mangiare in Salento almeno una volta nella vita sono tre: la cotognata, mangiata sotto forma di caramella proprio perché è fatta con la marmellata dalla consistenza molto solida, i mustazzoli cioè dei biscotti d’origine araba, qui importati nel corso delle dominazioni, fatti con miele, frutta secca, chiodi di garofano e cannella. Alla fine della preparazione sono cosparsi di glassa al cioccolato, una prelibatezza; infine c’è la cupeta, fatta con mandorle, miele e zucchero, tipica delle feste patronali.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia