News Bari

Home » Notizie Puglia » News Bari » Coronavirus, un solo ventilatore per due pazienti: l’idea è di un medico pugliese

Coronavirus, un solo ventilatore per due pazienti: l’idea è di un medico pugliese

“Il professore si è laureato in Medicina e Chirurgia all'Università di Bari.”
Coronavirus, un solo ventilatore per due pazienti: l’idea è di un medico pugliese

Tra alcune buone notizie riguardanti l’emergenza coronavirus, vi è sicuramente l’invenzione di un professore ordinario dell’Università di Bologna, Vito Marco Ranieri, il quale è riuscito a ideare con altri colleghi un circuito che permette di collegare un solo respiratore per fornire ossigeno a ben due pazienti e non più solamente a uno.

La notizia, che ha fatto subito il giro del web, è stata accolta positivamente dall’intera comunità italiana, ormai allo stremo delle forze in seguito all’aumento del numero dei contagi da Covid-19.

Questa invenzione, dunque, permetterà di liberare il doppio delle postazioni attualmente disponibili e che si rendono necessari in alcuni pazienti affetti dal coronavirus.

In molti, tuttavia, non sanno che il professor Ranieri, sebbene lavori a Bologna, sia originario di Bari ed è dunque pugliese. Il dottore, infatti, ha studiato Medicina e Chirurgia all’Università di Bari, conseguendo nel 1998 la specializzazione in Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva.

Ad essere orgogliosi della sensazionale scoperta che aiuterà a salvare un maggior numero di vite umane non è solamente l’ateneo bolognese, ma tutta la Puglia.

“Il primo prototipo funziona”

Il circuito, riferisce in una nota stampa la Regione Emilia Romagna, è ora prodotto da un’azienda di Mirandola che fa parte del distretto biomedicale modenese.

Come spiegato da Sergio venturi durante la diretta sulla pagina Facebook della Regione Emilia Romagna, il primo prototipo testato all’ospedale di Sant’Orsola di Bologna funziona. Proprio per questo motivo, dunque, nei prossimi giorni si proseguirà con gli ordini di questi attrezzi, destinando la strumentazione a tutte quelle province maggiormente colpite dal virus.

Questa collaborazione straordinaria tra clinici e industria, ha ricordato Venturi, metterà a disposizione del sistema sanitario un dispositivo preziosissimo e in grado di raddoppiare i posti in terapia intensiva. Il grande successo pugliese e nazionale, inoltre, aiuterà a fronteggiare l’emergenza anche altri Paesi.


Data:

Riproduzione riservata © Serviziweb Srl. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento