News Taranto

Home » Notizie Puglia » News Taranto » Stabilimenti balneari, delibera della Regione per la riapertura

Stabilimenti balneari, delibera della Regione per la riapertura

“L'ordinanza intende garantire la ripresa di tutte le attività economiche della regione.”
Stabilimenti balneari, delibera della Regione per la riapertura

La Regione Puglia si sta preparando alla ripartenza prevista nella fase 2. Proprio per questo motivo, dopo aver ascoltato le sollecitazioni delle associazioni datoriali, degli imprenditori e dei collaboratori del settore turistico-ricettivo, il governatore Michele Emiliano ha firmato un’ordinanza che riguarda gli stabilimenti balneari.

L’augurio, come sottolineato dall’assessore allo sviluppo economico Mino Borraccino, è quello di riuscire a garantire la ripresa di tutte le attività economiche della regione. Proprio per questo motivo, dunque, il presidente Emiliano ha concesso l’accesso ai parchi acquatici, agli stabilimenti balneari e alle zone marittime demaniali ai titolari, al personale dipendente o a terzi delegati, purché vengano svolti interventi di manutenzione, sistemazione, pulizia, installazioni e allestimenti delle spiagge, senza esclusione di modifiche o nuove opere purché vengano osservate le misure di contrasto e contenimento della diffusione del contagio del Covid-19.

Il decreto, si legge, è stato stabilito in questi giorni per la necessità di avviare tempestivamente i lavori di sistemazione e di allestimento delle spiagge e degli stabilimenti, in vista dell’inizio della stagione balneare e in garanzia della ripresa dell’operatività di un settore strategico per l’economia della Regione Puglia, caratterizzata da una storica e consolidata vocazione turistica.

Il testo dell’ordinanza

Questo il testo della delibera:

Con riferimento ai parchi acquatici, agli stabilimenti balneari e alle concessioni demaniali marittime, previa comunicazione al Prefetto, è ammesso l’accesso da parte dei titolari, di personale dipendente o terzi delegati esclusivamente per lo svolgimento di interventi di manutenzione, sistemazione, pulizia, installazioni e allestimenti delle spiagge, senza esecuzione di modifiche o nuove opere, purché gli stessi siano svolti all’interno dell’area in concessione.

È fatto obbligo di adottare ogni misura di contrasto e contenimento della diffusione del contagio negli ambienti di lavoro. Art. 2. La presente ordinanza produce effetti fino alla data del 3 maggio 2020, termine di efficacia delle misure stabilite dal DPCM 10 aprile 2020. Sarà pubblicata sul BURP, nonché inserita nella Raccolta Ufficiale dei Decreti e delle Ordinanze del Presidente della Giunta Regionale. Viene trasmessa, per gli adempimenti di legge, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti e ai Sindaci dei Comuni della Puglia. Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di sessanta giorni dalla pubblicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi”.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento