News Lecce

Home » Notizie Puglia » News Lecce » Ciclovia Adriatica, la Puglia sarà collegata al Veneto attraverso piste ciclabili

Ciclovia Adriatica, la Puglia sarà collegata al Veneto attraverso piste ciclabili

“Per ulteriori dettagli bisognerà attendere il vertice delle Regioni interessate.”
Ciclovia Adriatica, la Puglia sarà collegata al Veneto attraverso piste ciclabili

Il sogno di un percorso dedicato alle bici che colleghi l’Italia dal Nord a Sud sta per diventare realtà. La Ciclovia Adriatica, un progetto promosso dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta Fiab ha (finalmente) trovato l’intesa tra tutte le Regioni coinvolte che, oltre alla Puglia, sono Molise, Abruzzo, Marche, Emilia-Romagna e Veneto.

L’obiettivo della Ciclovia Adriatica, dunque, è quello di collegare tra loro 800 chilometri di costa, realizzando quella che sarebbe la pista ciclabile più lunga d’Italia. Il progetto al quale si sta lavorando, dunque, prevede che le aree dedicate ai ciclisti già esistenti siano potenziate e unite a quelle nuove che verranno appositamente realizzate.

Prima di poter cantare ufficialmente vittoria, tuttavia, sarà bene aspettare il prossimo passo, che dovrebbe consistere in un tavolo tecnico tra le Regioni che sono attraversate dalla pista.

Il progetto della Ciclovia Adriatica

La città più a sud della Puglia, Santa Maria di Leuca, dovrebbe essere il punto di partenza (o di arrivo) della ciclovia, per poi proseguire fino alla Delta del Po.

Volendo iniziare a delineare il percorso partendo dal Nord, così come specificato sul sito FIAB, la Ciclovia Adriatica, dopo aver percorso la ciclabile Parenzana, una vecchia ferrovia che collegava Trieste a Capo d’Istria, si giunge in Veneto.

Sebbene Venezia sia la più importante dell’area, ciò non vuol dire che non si possa restare affascinati anche dai paesi più piccoli, come Grado, Caorle, Chioggia. Continuando ad attraversare il Delta del Po si incontrano valli di incredibile bellezza come Comacchio e Ravenna. Da questo punto in poi, la strada è tutta da intendersi sull’Adriatico: da Marina di Ravenna a Cervia, da Pesaro a Fano da Chiaravalle a Falconara con il ponte ciclabile sull’Esino.

Da Civitanova a San Benedetto/Porto d’Ascoli tra viabilità costiera e piste ciclabili non si sfiora nemmeno la statale 16 salvo alcuni ponti sui fiumi. In Abruzzo situazione simile con maggiore continuità del corridoio e con il bel ponte ciclabile di Pescara.

Oltre Ortona parecchi km di ex ferrovia costiera aspettando di essere trasformati nella Ciclabile dei Trabocchi per cui ora si pedala sulla SS 16 fino a Termoli.

L’arrivo in Puglia

Oltre il ponte del Biferno poco dopo Termoli si abbandona la statale per entrare in Puglia lungo strade più tranquille passando per Chieuti e Lesina punto di partenza per il giro costiero del Gargano. In alternativa al periplo del Gargano una variante interna consente di proseguire oltre Manfredonia per le saline di Margherita di Savoia. A seguire la catena delle città costiere Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Bari collegate da viabilità minore e tratti dismessi della SS 16.

Si arriva così a Brindisi utilizzando tratti della consolare via Appia Traiana rivitalizzata come ciclovia. Dopo Brindisi gli insediamenti energetici e industriale si arriva a Lecce su viabilità minore fra ulivi secolari. Dopo Lecce torna il tratto di costiera per Otranto quindi Leuca sulla costa alta sul mare con diversi saliscendi.

Arrivati a destinazione, come facilmente intuibile, si potrà apprezzare tutta la bellezza della natura, che ha scandito e reso incantevole il viaggio in bici lungo tutta la costa dell’Adriatico.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento