News Foggia

Home » Puglia Notizie » News Foggia » Censis, l’Università di Foggia è al secondo posto in classifica

Censis, l’Università di Foggia è al secondo posto in classifica

“L'ateneo foggiano si è classificato secondo nel range dei piccoli atenei.”
Censis, l’Università di Foggia è al secondo posto in classifica

Stando ai dati pubblicati ieri mattina dalla classifica Censis, l’Ateneo di Foggia è al secondo posto tra i ‘Piccoli atenei italiani’.

Questo punteggio, come specificato sul sito del Censis, avviene attraverso la valutazione degli atenei e tiene conto di molteplici fattori come:

  • servizi erogati
  • borse di studio
  • strutture disponibili
  • comunicazione e servizi digitali
  • livello di internazionalizzazione

A partire da quest’anno, inoltre, vengono considerati e valutati anche il valore di occupabilità dei laureati e il grado di soddisfazione per i servizi come aule, biblioteche e postazioni informatiche.

L’università di Foggia, quindi, si conferma un’eccellenza a livello nazionale: seconda solamente a quella di Camerino, con un risultato di 82,2 si è aggiudicata la medaglia d’argento seguita con un punteggio di 82 da quella di Cassino.

Punteggi dell’Università di Foggia

La votazione finale è stata ottenuta tendendo conto di alcuni fattori specifici, che hanno ottenuto invece i seguenti punteggi:

  • Borse di studio 93,0
  • Comunicazione e servizi digitali 87,0
  • Internazionalizzazione 81,0
  • Servizi 79,0
  • Strutture 77,0
  • Occupabilità 76,0

Incremento delle immatricolazioni

Come evidenziato dalle analisi del Censis, per il quarto anno consecutivo è stato registrato un incremento delle immatricolazioni a livello nazionale, che hanno visto un +1,3% rispetto all’anno accademico precedente.

Su 100 diciannovenni, 47 hanno deciso di intraprendere un corso di studi di livello terziario, optando principalmente al gruppo disciplinare economico e a ingegneria industriale e dell’informazione.

Gli atenei del Mezzogiorno, però, hanno registrato un dato in negativo, che ha portato a un calo di iscrizioni dello 0,1%. Questa inflazione, come riferito dal Censis, si trova sempre all’interno di un fenomeno tradizionale che prevede che gli studenti meridionali si mobilitino in realtà extra-regionali.

Uno dei fattori che contribuisce alla scelta è sicuramente la classifica offerta dal Censis circa la dimensione dell’occupabilità dei laureati, che deve essere associata all’offerta formativa delle singole università statali.

Gli ottimi dati registrati dall’ateneo foggiano dovrebbero quindi far ben sperare circa le nuove iscrizioni del prossimo anno, che potrebbero tornare a registrare delle immatricolazioni in positivo.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Promo Aziende
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia