Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Cattedrale di Troia, 900 anni e non sentirli

Cattedrale di Troia, 900 anni e non sentirli

“Alle porte della cittadina in provincia di Foggia, la cattedrale è una delle costruzioni più antiche di Puglia.”
Cattedrale di Troia, 900 anni e non sentirli

Sebbene i 900 anni appena compiuti, il passare del tempo non ha scalfito la bellezza e l’eleganza della cattedrale di Troia, un edificio costruito tra il 1093 e il 1125.

L’architettura del (quasi) millenario duomo ha subito alcune influenze architettoniche dei popoli che si sono succeduti in questo lungo arco temporale: costruita su un già esistente edificio bizantino, la struttura ha poi racchiuso nella sua maestosa forma lo stile romanico italiano, gli influssi bizantini e alcune caratteristiche orientali.

La cattedrale della Beata Maria Vergine Assunta in Cielo

Dedicato alla Beata Maria Vergine Assunta in Cielo, il duomo di Troia è caratterizzato da un cornicione che distingue la sua parte più alta da quella inferiore, secondo delle caratteristiche rispettivamente più lievi e più marcate.

Esterno

Immancabile, in tipico stile romanico, il rosone centrale, in questa chiesa formato da un intreccio di undici colonnine che si irradiano dal suo centro secondo angoli uguali, che a loro volta si connettono in un gioco di archi che fungono al tempo stesso anche da cornice. Il numero 11 non è casuale: ogni colonnina rappresenta, infatti, un apostolo (ad esclusione di Giuda Iscariota) e poggiano su un cerchio di pietra lavorata, per un effetto visivo che ricorda una corda o un serpente che si morde la coda, simbolo dell’eternità, della morte e resurrezione. La forma circolare, invece, è da sempre considerata come simbolo di perfezione: non è quindi un caso se il centro del rosone raffiguri Gesù Cristo.

Al di sopra di ogni colonna, inoltre, è presente una forma composta da tre lobi, che in questo caso, per mezzo dell’intersezione di tre cerchi distinti e separati, simboleggia la Trinità.

Porte di bronzo

Un’altra particolarità del duomo di Troia è la presenza del portale bronzeo, suddiviso in 28 parti e ciascuna raffigurante una situazione e un personaggio differente. Immancabili, naturalmente, Oderisio da Benevento, costruttore della porta e il vescovo Guglielmo, il principale committente della costruzione della concattedrale.

Interno a tre navate

L’interno della chiesa, invece, è composto da tre differenti navate, separate tra loro da 13 colonne di marmo, il cui numero simbolico rappresenta Gesù con i suoi apostoli.

Orari di visita della cattedrale di Troia

È possibile visitare il duomo di Troia secondo i seguenti orari:

  • tutti i giorni
    • dalle ore 9.00 alle ore 12.30
    • dalle ore 16.00 alle ore 20.00

Data:

Riproduzione riservata © Serviziweb Srl. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento