News Lecce

Home » Notizie Puglia » News Lecce » Lecce, 3,7 mln per pedonalizzazione aree del Castello

Lecce, 3,7 mln per pedonalizzazione aree del Castello

“Nell'intervento di rigenerazione saranno tenuti in considerazione l’abbattimento delle barriere architettoniche.”
Lecce, 3,7 mln per pedonalizzazione aree del Castello

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile ha ammesso a finanziamento per un importo complessivo di 3.690.000 euro il progetto presentato dal Comune di Lecce per la “Riqualificazione ambientale, valorizzazione e fruizione delle aree contermini il Castello Carlo V – Tratto di via XXV Luglio”. Con questi fondi, che si uniscono a quelli già finanziati dalla Regione Puglia per 1.692.000 euro e destinati al sistema delle piazze (da piazzetta De Santis a piazza Libertini), si avvia il progetto dell’amministrazione comunale di rigenerare l’intera area intorno al Castello, rendendo la fortezza cinquecentesca il perno dell’offerta turistica cittadina, promuovendo la mobilità pedonale, ciclistica e l’intermodalità e migliorando la vivibilità e la sicurezza per chi ci vive e per chi ne fruisce. Con questo intervento, via XXV Luglio non sarà più la cerniera fra la parte antica e il centro commerciale della città, ma aree di pregio come il Carlo V, il Teatro Apollo e Piazza Libertini saranno di fatto inglobate nel centro storico.

Scopri di più su: Castello di Carlo V, la fortezza asburgica di Lecce

Cosa prevedono i lavori

Finanziato nell’ambito del Programma di Azione e Coesione complementare al PON “Infrastrutture e Reti” 2014-20 – Asse C “Accessibilità turistica”, il progetto prevede la pedonalizzazione e pavimentazione in basolato del tratto di via XXV Luglio, dall’incrocio con via Costa fino all’incrocio con Via G. Marconi, di via R. Biccari e via V. Fazzi. Nello specifico, si procederà alla rimozione del manto stradale in tutto il tratto interessato e dei marciapiedi e massetti su tutta l’area di progetto, alla nuova pavimentazione in basoli di pietra calcarea e al recupero e riposizionamento di quelli già esistenti, alla realizzazione di elementi di arredo urbano in pietra, sedute e segni a terra per l’area pedonale, ciclabile e parcheggio bike-sharing, alla piantumazione di nuove alberature e aiuole a verde, al rifacimento dei sottoservizi (rete di smaltimento acque meteoriche, rete idrica e pubblica illuminazione), a un nuovo impianto di pubblica illuminazione e infrastrutture elettriche e, infine, all’installazione di uno smart info point, un totem digitale che fornirà informazioni di interesse storico artistico e naturalistico e aggiornamenti su iniziative, strutture ricettive, ristoranti e punti bike friendly della città.

Nell’intervento di rigenerazione, saranno tenuti in considerazione l’abbattimento delle barriere architettoniche e accorgimenti e segnalazioni per l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo da parte di chiunque e, in particolare, dei non vedenti, degli ipovedenti e dei sordi.

La valorizzazione del Castello Carlo V e dell’intera area in modo diretto e indiretto avrà importanti ricadute anche sul sistema produttivo di Lecce (negozi, bar e ristoranti).


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento