News BAT

Home » Notizie Puglia » News BAT » Castel del Monte, presto visitabile in realtà aumentata

Castel del Monte, presto visitabile in realtà aumentata

“Il servizio di guida sarà con l'avatar in 3D di Federico II di Svevia.”
Castel del Monte, presto visitabile in realtà aumentata

Non appena sarà possibile tornare a visitare i musei, i turisti che decideranno di conoscere di persona il Castel del Monte, potranno apprezzare la fortezza del XIII secolo e patrimonio UNESCO.

Scopri di più su: Nei meandri di Castel del Monte: curiosità e segreti della fortezza pugliese

Grazie a un progetto sviluppato da Hevolus Innovation con Infratel Italia e Microsoft Italia, basato su tecnologie Microsoft di cloud computing, intelligenza artificiale e realtà mista, sotto l’egida della Direzione regionale Musei di Puglia, il castello già set di film per la suggestione delle sue architetture diventa così un “HoloMuseum”.

A dichiararlo, attraverso una nota stampa, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia insieme alle aziende partecipanti.

Castel del Monte in realtà aumentata, info utili

Non appena entrato nel castello, il visitatore potrà scaricare sul suo smartphone l’app dedicata, compatibile sia per Android che iOS Mvurgia. Così facendo potrà poi accedere a immagini e altri contenuti capaci di arricchire la visita: dal servizio di guida con l’avatar in 3D di Federico II di Svevia fino agli audio-visivi sulla storia di Castel del Monte, comprese le interviste a critici d’arte e altro.

Questa novità permetterà dunque di indagare al meglio anche sugli elementi architettonici, come ad esempio il portale lapideo, i camini, la tecnica di copertura a volta degli ambienti trapezoidali o le decorazioni scultoree delle sale. Ma non solo: alcuni totem all’interno del castello rendono fruibili i contenuti multimediali; inoltre, il computer olografico Microsoft HoloLens 2 consente una visita di Castel del Monte sia in presenza che a distanza, comunque su prenotazione, permettendo anche l’accesso agli elementi multimediali.

L’iniziativa rientra nel protocollo Piazza Wi-Fi Italia, siglato tra il Ministero dello Sviluppo economico-Mise, la Regione Puglia, il Parco dell’Alta Murgia e Infratel Italia, per diffondere connettività e strumenti digitali per valorizzare il patrimonio culturale.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento