Ricetta: Capitone arrosto
Secondi piatti pugliesi

Home » Ricette Pugliesi » Secondi piatti pugliesi » Capitone arrosto: ricetta tradizionale delle feste natalizie

Capitone arrosto: ricetta tradizionale delle feste natalizie

Capitone arrosto

Indice [ ]

  1. Presentazione della ricetta
  2. Caratteristiche della ricetta
  3. Ingredienti della ricetta
  4. Spiegazione della ricetta
  5. Commenti
  6. Altre ricette tipiche
presentazione ricetta

Presentazione

In Puglia la sera più importante delle festività natalizie è quella della Vigilia di Natale: è una notte magica in cui si aspetta la nascita di Gesù, ci si scambiano i doni e si banchetta per ore sulla tavola imbandita e addobbata; il cenone è a base di pesce e nel menù per secondo non può mancare il capitone o l’anguilla arrosto che un tempo rappresentava il piatto della gente benestante.

I capitoni pescati in mare sono i migliori e sono ritenuti più pregiati dell’anguilla: in Puglia ne sono ricchi i porti di Brindisi, Taranto, i Laghi Alimini e i laghi-laguna di Lesina e di Varano.

Capitone arrosto
Porzioni
4 persone
Difficoltà
media
Costo
medio
Calorie (per porz.)
822 calorie
Grassi (per porz.)
67 grammi
Preparazione
2 ore
Cottura
1 ora e 30 minuti
Tempo totale
2 ore e 30 minuti
ingredienti ricetta

Ingredienti per la ricetta

  • 1 kg di Capitone fresco
  • 100 g di pangrattato
  • foglie d’alloro q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • 1 limone
  • rosmarino (1 rametto)
  • aceto di vino bianco (mezzo bicchiere)
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
preparazione ricetta

Preparazione Capitone arrosto


Spellare e pulire il capitone eliminando le viscere, spezzettare in tocchetti lunghi 7-8 centimetri; porre i tranci di pesce in un recipiente di vetro e lasciare mantecare a temperatura ambiente per circa un’ora con sale, pepe, qualche foglia d’alloro, olio, limone e aceto, coprendo il recipiente con la pellicola trasparente.

Trascorso il tempo necessario scolare bene i pezzi di capitone, impanarli leggermente nel pangrattato e infilare i tocchetti nello spiedo di legno o metallo, alternandoli a foglie d’alloro.

Far cuocere lentamente nel camino o nel forno elettrico a 180° per 30 minuti o sulla brace ungendo ogni tanto con un rametto di rosmarino intinto nel condimento rimasto usato per la marinatura e rigirando spesso.

Il capitone arrostito si conserva bene fino al giorno successivo e si può consumare con l’aggiunta di aceto di vino bianco.

Un altro buon condimento per il capitone, l’anguilla o qualsiasi tipo di pesce arrosto si può preparare con olio, aceto, sale, rosmarino e finocchio selvatico; per ungere il pesce durante la cottura si usa sempre un rametto di rosmarino.

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.







Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento