Secondi piatti pugliesi

Home » Ricette Pugliesi » Secondi piatti pugliesi » Calamari ripieni con pomodoro, secondo classico e gustoso

Calamari ripieni con pomodoro, secondo classico e gustoso

Calamari ripieni
Calamari ripieni
Porzioni
2 persone
Difficoltà
media
Costo
medio
Calorie (per porz.)
518 calorie
Grassi (per porz.)
16 grammi
Preparazione
20 minuti
Cottura
40 minuti
Tempo totale
1 ora

presentazione ricetta Presentazione

I calamari ripieni sono una di quelle ricette che si tramandano di madre in figlia, preparata in ogni famiglia in maniera diversa e con un ingrediente speciale, rigorosamente segreto. Il calamaro appartenente alla tradizione marinara regionale, è presente sempre fresco ed appena pescato nei mercati cittadini, insieme ad altre prelibatezze.

Per la sua forma caratteristica, il calamaro si presta bene ad accogliere un gustoso ripieno al suo interno, divenendo un ottimo secondo, dal quale solitamente le mamme pugliesi traggono anche un ottimo primo piatto, sfruttando il sughetto che viene a crearsi per una buona spaghettata.

Solitamente i calamari nelle varie ricette pugliesi si cucinano interi quando sono piccoli, o tagliati ad anellini quando più grandi. Questo mollusco piace quasi a tutti, soprattutto ai bambini e si presta a moltissime applicazioni in cucina. La ricetta dei calamari ripieni che vi presentiamo oggi è in realtà semplicissima da realizzare, ma richiede attenzione soprattutto nella procedura di pulizia del mollusco, da cui bisogna eliminare le interiora senza rompere la sacca che verrà farcita.

ingredienti ricetta Ingredienti per la ricetta

  • 3 calamari di media grandezza
  • 70 g di pane raffermo
  • 1 uovo
  • Latte q. b.
  • 80 g di formaggio
  • 150 ml di pomodoro passato
  • Peperoncino q. b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie d’alloro
  • Sale q. b.
  • prezzemolo

preparazione ricetta Preparazione

Per realizzare la vostra ricetta pulite i vostri calamari lavandoli innanzitutto sotto l’acqua corrente, eliminando pelle ed interiora, estraendo i tentacoli (che terrete da parte) e tirandoli delicatamente verso l’esterno. Nella sacca del calamaro è infatti presente la ghiandola del nero che va eliminata e volendo utilizzata per altri piatti. Alla base della sacca eliminate anche gli occhi, poi procedete con la bocca, il rostro ed il gladio. Una volta eliminate tutte queste parti non necessarie passate nuovamente i vostri calamari sotto l’acqua, asciugateli e lasciateli riposare in frigo nel frattempo che preparate il ripieno con il quale li farcirete. Prendete i tentacoli e fateli saltare in padella per qualche minuto con l’alloro, poi toglieteli dalla pentola e tagliateli a pezzettini per utilizzarli nel vostro ripieno. Lasciate il pane raffermo per 30 minuti in ammollo nel latte, oppure utilizzate del pancarrè, poi partite con la preparazione vera e propria del ripieno. Strizzate il pane, unitevi i tentacoli e l’uovo intero, il parmigiano, l’aglio ed il prezzemolo, aggiungete sale (e pepe se desiderate). Riempite i vostri calamari con il ripieno così ottenuto, non esagerando con le quantità per evitare che si rompano, poi chiudeteli aiutandovi con uno stuzzicadenti, per non far fuoriuscire il ripieno nel corso della cottura. Mettete 3 cucchiai d’olio extra vergine d'oliva in una casseruola con la passata, con i pomodorini freschi ed il peperoncino. Lasciate cuocere per cinque minuti prima di aggiungervi i calamari, poi continuate la vostra cottura per altri 40 minuti e se il pomodoro dovesse asciugarsi troppo aggiungetevi qualche cucchiaio d’acqua calda. Servite i vostri calamari caldi con il prezzemolo fresco come decorazione.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia