Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Bosco e Paludi di Rauccio: natura made in Puglia

Bosco e Paludi di Rauccio: natura made in Puglia

“A pochi chilometri a nord da Lecce è possibile imbattersi in una natura incontaminata in cui passeggiare a contatto con la fauna locale.”
Bosco e Paludi di Rauccio: natura made in Puglia

Lungo il litorale adriatico, a pochi chilometri a nord di Lecce, si estende in una superficie di 1600 ettari il Parco naturale regionale ”Bosco e Paludi di Rauccio”.

Rauccio è il nome del complesso masserizio, che insiste all’interno del Parco, e risale alla metà del XVI secolo. Il suo nome deriva da un certo Raguccio Maresgallo che aveva la proprietà di questa costruzione.

Attorno al complesso si trova una zona umida e boschiva, testimonianza della Foresta di Lecce che alla fine del XIII secolo si estendeva tra il capoluogo salentino e la costa.

Caratteristiche del territorio

L’ambiente è prevalentemente ricco di sabbie calcaree e pozze, ovvero cavità naturali dall’aspetto di piccoli laghi in cui affiorava l’acqua di falda, con una complessa circolazione idrica sotterranea. Anche la vegetazione è particolarmente variegata, ed è parte di una boscaglia sempreverde con un sottobosco di arbusti e specie lianose.

Nel Parco si possono osservare specie vegetali. Fra tutte spicca la celebre periploca maggiore (Periploca graeca), individuata nell’area del Parco già nel 1953.

La fauna tipica del Parco invece è caratterizzata soprattutto da mammiferi, quali ricci, volpi, donnole; peculiare è la presenza del tasso (termine dialettale «melogna» o «milogna»), testimoniata dal toponimo della vasta zona umida Specchia di Milognanei pressi del bosco. Oltre ai mammiferi si notano rettili come bisce d’acqua e biacchi, anfibi come la rana verde e il rospo smeraldino, e uccelli come la cinciallegra, l’usignolo di fiume e il totano moro. Anche per quanto riguarda la fauna, esistono alcune specie minacciate o in pericolo di estinzione.

Conservazione e tutela del Parco di Rauccio

Il Parco di Rauccio non è soltanto un’area verde incontaminata, ma vuole essere un’importante sfida che il nostro territorio vuole imporre. In un tempo dettato da un’urbanizzazione sempre più marcata, caratterizzata da un vero e proprio abuso e deturpazione dell’ambiente naturale, il Parco di Rauccio riesce a sopravvivere, conservando la bellezza e il fascino di una natura made in Puglia.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità

Eventi e sagre

Ricette pugliesi

Notizie rilevanti

Sconti e offerte

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia