Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Bosco delle Pianelle, percorsi naturali a Martina Franca

Bosco delle Pianelle, percorsi naturali a Martina Franca

“La Riserva Naturale tutela e valorizza numerose specie di flora e fauna.”
Bosco delle Pianelle, percorsi naturali a Martina Franca

Nell’area di Martina Franca, al confine con Crispiano e Massafra, sono presenti 1.205 ettari di meraviglia, meglio conosciuti come Riserva Naturale Regionale Orientata Bosco delle Pianelle.

Sentieri del Bosco delle Pianelle

Considerato uno tra i luoghi più incantevoli della zona, il Bosco delle Pianelle è un angolo di natura in cui rifugiarsi per trascorrere alcune ore lontani dallo stress cittadino. All’interno della sua vasta area, inoltre, si può ammirare un incredibile panorama: la sua altura consente di ammirare la particolarità della costa ionica e del Golfo di Taranto. La Riserva accoglie i suoi ospiti, che oltre alle diverse mappe per consentire di orientarsi offre anche di aree pic nic. In numero abbondate sono anche i sentieri nei quali dedicarsi al trekking, passeggiate in mountain bike e Trailrunning, una specialità della corsa a piedi che si svolge in ambiente naturali.

Sito di interesse Comunitario, la Riserva Naturale Regionale Orientata Bosco delle Pianelle è stata istituita dalla Regione Puglia nel 2002. A partire da quell’anno in poi, si è cercato si seguire sempre i due obiettivi principali: la tutela e la salvaguardia del sistema naturalistico e la valorizzazione territoriale a scopi economici, sociali e culturali.

Sistema naturalistico

Mammiferi e flora

Tantissime sono infatti le varietà naturalistiche del bosco: a spiccare sono senza ombra di dubbio le specie dei mammiferi che vivono nella riserva, come ad esempio tassi, volpi, scoiattoli, lepri, conigli selvatici e donnole. I più fortunati raccontano di essere riusciti a scovare questi animaletti mentre si rifugiavano nella macchia mediterranea lì presente come carpini neri, olmi, corbezzoli e orchidee selvatiche in primavera. Abitano il bosco anche faine, puzzole, istrici e gruppi di daini.

Rapaci nel Bosco delle Pianelle

Oltre ai mammiferi, nel Bosco delle Pianelle sono presenti anche numerosi rapaci, come esemplari di poiana e gheppio e addirittura il raro sparviero. Quando cala l’oscurità, invece, la Riserva si anima di meravigliose creature notturne come la civetta, l’allocco, il barbagianni e il gufo comune. D’estate qui nidifica anche l’upupa.

Gravine

Le sorprese, tuttavia, non terminano qui: all’interno del parco ci sono la Gravina Pianelle e quella del Vuolo, queste incisioni carsiche possono essere profonde anche fino ai 100 metri e create da torrenti ormai estinti. All’interno della Gravina di Vuolo, inoltre, si trova la Caverna del Sergente Romano uno dei briganti più famosi che qui si rifugiò con la sua banda tra il 1861 ed il 1863 all’indomani dell’unità d’Italia.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata © Serviziweb Srl. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Sconti e offerte
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia