Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Bosco delle lucciole, atmosfera lucente e magica a Mottola

Bosco delle lucciole, atmosfera lucente e magica a Mottola

“Le lucciole irradiano e illuminano di luce e vitalità il Bosco di Sant'Antuono.”
Bosco delle lucciole, atmosfera lucente e magica a Mottola

A poco più di trenta chilometri da Taranto ci si imbatte in un luogo denso di natura e mistero, il cui miscuglio perfetto cela dentro di sé una magia incredibile. Il Bosco di Sant’Antuono, in realtà, è meglio conosciuto con il nome di Bosco delle lucciole.

Questo soprannome singolare, rivela tutta la spettacolarità del posto, nel quale la natura più semplice è visibile da vaste distese di querce millenarie, orchidee e altri numerosi esemplari di flora e fauna. Questa biodiversità, infatti, è molto apprezzata da tutti coloro che hanno bisogno di trascorrere delle ore per rilassarsi e passeggiare in una delle tantissime meraviglie di Puglia.

Luce e vitalità

Appena fuori dalla città di Mottola, il Bosco di Sant’Antuono o delle lucciole si erge solitario e quasi anonimo sulla strada per Martina Franca. La vera meraviglia, infatti, è conservata al suo interno: ogni sera, questo luogo si trasforma in un’esplosione di luci e vitalità.

Le numerose lucciole presenti in questo posto, infatti, durante il periodo estivo, illuminano la distesa regalando uno spettacolo degno dei migliori film romantici.

Questa improvvisa luce che irradia tutto il bosco è tecnicamente nota con il nome di bioluminescenza ed è finalizzata a rendere visibile gli esemplari maschili a quelli femminili. Se i primi della specie emettono la luce per pochi istanti, le femmine anche per ore.

Se si desidera ammirare lo strano ma magico fenomeno, quindi, bisognerà camminare alla ricerca delle lucciole, controllando gli anfratti più umidi dove questi animaletti sono soliti concentrarsi. L’importante, per non imbattersi in spiacevoli incontri, è che le escursioni vengano seguite dal personale del posto.

In attesa di assistere al carismatico evento, il Bosco di Sant’Antuono, dall’estensione di circa 520 ettari, ha al suo interno numerosi itinerari naturalistici e storici, che racchiudono tutte le espressioni del territorio murgese circostante.

Nella seconda metà dell’Ottocento, inoltre, questo posto è stato largamente abitato dai briganti, motivo per il quale la Guardia Nazionale costruì dei trulli di difesa, tutt’ora visibili.

Come raggiungere il Bosco delle lucciole

È possibile raggiungere il Bosco di Sant’Antuono o delle lucciole attraversando la strada provinciale n.36 Mottola-Martina Franca.

Foto di: Quintino Mita


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


6 commenti su “Bosco delle lucciole, atmosfera lucente e magica a Mottola

  1. Alba Angiola ha scritto:

    Come prenotare una escursione guidata?

  2. Maria Grazia ha scritto:

    Buongiorno,
    qual’è il periodo migliore per vedere le lucciole? ci si puà andare da soli o serve la guida?
    Grazie
    Marua Grazia

    1. Puglia.com ha scritto:

      Ciao Maria come spiegato nell’articolo è importante non avventurarsi in escursioni non organizzate. Bisognerebbe quindi provare a richiedere informazioni alla proloco di Mottola.

  3. Rosaria Colaleo ha scritto:

    Vorrei essere informata sulle possibilità di visita

  4. Aurelio Ciaccia ha scritto:

    Chiedo cortesemente informazioni circa orari e percorsi guidati nel bosco delle lucciole per sabato 11 luglio 2020.Cortesi saluti dott.A.Ciaccia

    1. Puglia.com ha scritto:

      Salve Aurelio,
      le consigliamo di scrivere direttamente all’indirizzo email: mottolaturismo@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento