News BAT

Home » Puglia Notizie » News BAT » Bollo auto, se il veicolo viene rubato si ha diritto al rimborso

Bollo auto, se il veicolo viene rubato si ha diritto al rimborso

“La proposta di legge è stata approvata per andare incontro ai bisogni degli automobilisti colpiti da furto.”
Bollo auto, se il veicolo viene rubato si ha diritto al rimborso

Tutti gli automobilisti di Puglia ai quali viene rubata la propria vettura potranno godere di una piccola consolazione: la Regione ha stabilito che rimborserà loro l’importo del bollo auto.

Questo è quanto deciso dall’ultimo provvedimento preso, che ha accolto positivamente la proposta di legge del consigliere regionale di Trani Mimmo Santorsola, la quale prevede che il cittadino che vede la propria macchina derubata potrà ottenere un risarcimento del valore in base alla cifra del bollo auto. Oltre a questo iniziale rimborso, l’automobilista derubato potrà anche richiedere una compensazione su un nuovo veicolo di proprietà o il risarcimento di una parte della tassa.

Nello specifico, questo diritto al rimborso è riconosciuto per il periodo durante il quale non si è potuto utilizzare della vettura in quanto rubata, purché questo tempo sia pari almeno a 3 mesi. La compensazione a ricevere il risarcimento viene riconosciuta in misura proporzionale al numero di mesi interi successivi a quelli in cui è stato verificato il furto.

Tutta questa norma finanziaria, a carico del bilancio regionale, è pari ad una cifra complessiva di circa 190 mila euro.

Come richiedere il rimborso del bollo auto

Una volta segnalato alle autorità competenti il furto sarà necessario denunciare la perdita dello stesso al Pubblico Registro Automobilistico. Questa proceduta può essere completata o presso qualsiasi ufficio territoriale ACI-PRA o in un’agenzia automobilistica, le quali rilasceranno il nuovo Certificato di Proprietà Digitale.

Il rimborso del bollo auto potrà avvenire se il furto è avvenuto almeno tre mesi prima della scadenza del bollo, in quanto la tassa viene fatta pagare per tutto l’anno successivo. Qualora il veicolo dovesse essere pagato, quindi, si potrà ottenere un risarcimento del periodo durante i quali la macchina non ha circolato, perlomeno con il regolare proprietario.

Una volta completata la denuncia, si potrà andare presso una delegazione ACI, presentare il proprio documento di identità e una fotocopia della denuncia precedentemente fatta e aspettare che la procedura del rimborso venga approvata.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità

Eventi e sagre

Ricette pugliesi

Notizie rilevanti

Sconti e offerte

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia