News BAT

Home » Puglia Notizie » News BAT » La balestra gigante di Leonardo da Vinci in azione a Trani

La balestra gigante di Leonardo da Vinci in azione a Trani

“L'ingegnere Manisco ha realizzato, seguendo gli appunti di Leonardo da Vinci, la balestra gigante.”
La balestra gigante di Leonardo da Vinci in azione a Trani

A Trani si terrà, questo pomeriggio, un evento destinato a passare alla storia. In occasione dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci, verrà azionata verso il mare l’unica balestra al mondo funzionante. Questa è frutto della creazione dell’ingegnere Giuseppe Manisco, che, partendo dagli appunti del genio è riuscito nella titanica impresa.

Lo strumento, il cui arco è lungo 24 metri , verrà azionata pubblicamente verso il mare, a partire dalle 18,30, scagliando una palla infuocata. La balestra gigante, realizzata dall’ingegnere salentino, pesa 4 tonnellate e mezzo e sarà in esposizione dal 30 aprile al 10 maggio.

Oggi, invece, la stessa verrà messa in funzione: posizionata in Piazza Re Manfredi, ai piedi del castello federiciano e della Cattedrale, è pronta per stupire, affascinare e meravigliare durante il suo spettacolo.

Il giorno scelto non è casuale: la stessa verrà messa in funzione il giorno in cui ricorrono i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, morto ad Amboise il 2 maggio del 1519.

Com’è strutturata la balestra di Leonardo da Vinci

L’ingegnere Manisco ha deciso di costruire la balestra gigante dello scienziato del Rinascimento a 5 secoli dalla sua scomparsa partendo da un disegno a sanguigna e inchiostro, custodito nei fogli del prezioso Codice Atlantico dell’Ambrosiana di Milano.

Quest’opera, mai realizzata dal genio proteiforme che l’ha solamente progettata, è stata ricostruita dall’ingegnere salentino, da sempre un attento studioso e appassionato delle macchine leonardesche, l’ha riprodotta in una dimensione reale, seguendo pedissequamente proprio le indicazioni del grande scienziato anche per le sue dimensioni.

Come è stata realizzata

Come diceva Leonardo da Vinci “là dove si appicca la corda, 42 braccia (24 metri dell’arco) e per i tinieri (22 metri)”. La sua struttura, in legno, è stata realizzata in sezioni lamellari, montata su 6 ruote per il movimento, costruita in maniera totalmente artigianale, persino con le stesse tecniche in uso all’epoca che comprendevano la forgiatura del ferro e la lavorazione a mano del legno.

La balestra che verrà messa in azione questo pomeriggio non è la prima l’ingegnere ha realizzato, bensì la 133 esima.

Idea originale

L’idea originale di Leonardo, come descritto nei suoi quaderni del Codex Atlanticus, fu quella di costruire una balestra gigante che ne aumentasse la gittata del dardo per creare panico e spavento tra tutti i nemici.

Il grande scienziato, tuttavia, non ha mai realizzato tutte le macchine progettate in quanto considerava la guerra da evitare: egli aveva una grande considerazione e rispetto dell’uomo.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia