News Brindisi

Home » Notizie Puglia » News Brindisi » Asl Brindisi, nuovi posti letto a Brindisi, Ostuni e Cisternino

Asl Brindisi, nuovi posti letto a Brindisi, Ostuni e Cisternino

“A comunicarlo il direttore generale della Asl Brindisi Giuseppe Pasqualone.”
Asl Brindisi, nuovi posti letto a Brindisi, Ostuni e Cisternino

Nella provincia di Brindisi si stanno concludendo in questi giorni i numerosi lavori all’interno degli ospedali della Asl di competenza, così come annunciato dallo stesso direttore generale Giuseppe Pasqualone.

A partire da questa mattina, infatti, è operativo il nuovo reparto di terapia intensiva dell’ospedale Perrino di Brindisi, che avrà a disposizione un totale di 14 stanze a due letti per un totale di 28 posti.

Grazie ai lavori di potenziamento della terapia sub intensiva del reparto di Pneumologia di Ostuni, inoltre, i posti letto aumenteranno da 11 a 20, con camere a pressione negativa. Nuovi letti saranno aggiunti anche alla Casa della Salute di Cisternino, che ospiterà ora fino a 24 pazienti post Covid.

Oltre agli interventi terminati in questi giorni, è stato approvato il progetto per la Rianimazione di Francavilla Fontana con nuovi 8 posti letto, dove saranno anche attivati 4 posti di terapia intensiva post operatoria.

Questo grande lavoro di squadra, ha precisato Pasqualone, ha visto la collaborazione di tutti i collaboratori, dagli ingegneri ai dipendenti della Sanitaservice, che hanno permesso che questo traguardo sia stato raggiunto in un mese. Immancabili, inoltre, sono stati sia i ringraziamenti ai medici, coloro i quali in questa emergenza sanitaria stanno lavorando nei reparti Covid in condizioni di stress e rischio elevati sia a tutti gli operatori sanitari che assicurano le urgenze anche al di fuori del coronavirus.

Pasqualone: “Perrino unico ospedale Covid possibile”

Come ha poi precisato Pasqualone, il Perrino di Brindisi è stato designato come ospedale Covid grazie alla presenza dei reparti di Terapia Intensiva, Pneumologia e Malattie Infettive.

Per quanto riguarda percorsi, fin dall’inizio, sono state date indicazioni precise relative anche al personale, che deve essere dedicato ai singoli reparti. Le sostituzioni e il ricambio, ricorda Pasqualone, sono state garantite grazie all’assunzione di medici e infermieri.

Tutte le decisioni, ha continuato il direttore generale, sono state prese da una task force, composta dalla direzione sanitaria, dal coordinatore dei distretti socio sanitari, dal coordinatore dei presidi ospedalieri e dalla direzione medica degli ospedali e dalla direzione del Servizio 118.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento