News Lecce

Home » Puglia Notizie » News Lecce » Adam’s Hand, Puglia regina dell’innovazione con la protesi leccese

Adam’s Hand, Puglia regina dell’innovazione con la protesi leccese

“Un team di giovani leccesi vince un premio prestigioso con la sua Adam's Hand.”
Adam’s Hand, Puglia regina dell’innovazione con la protesi leccese

Puglia in pole position in tutti i campi, anche nell’innovazione scientifica: merito della protesi “Adam’s Hand”.

La mano, composta dal team leccese composto da Giovanni Zappatore, Dario Pianese e Duilio Madaro di BionIT Labs, nato con il finanziamento “PIN – Pugliesi Innovativi”, è riuscito ad aggiudicarsi il Premio Speciale G-Factor. Oltre alla soddisfazione personale, questa vittoria permette l’accesso ad incontri con esponenti importanti del mondo scientifico, industriale e venture capital per la fase finale della selezione. La finalissima vedrà 10 diversi team cercare di aggiudicarsi 1 milione di euro l’accesso al nuovo incubatore della Fondazione Golinelli di Bologna.

Come si utilizza la mano ‘made in Puglia’

Adam’s Hand, acronimo di “A Dialogic Adaptive Modular Sensitive Hand”, è una protesi mioelettrica della mano. L’obiettivo principale è quello di potenziare chi la indossa migliorando la connessione dell’utente con l’ambiente esterno.

Le tecnologie innovative hanno permesso un facile utilizzo della mano robotica, merito della sinergia tra un’avanzata meccanica e un algoritmo di auto – apprendimento. Chi la indossa può comunicare agevolmente con il proprio ortopedico grazie ad un’integrazione app/web.

Per quanto l’oggetto sia estraneo al corpo, grazie alle ultime innovazioni tecnologiche è possibile personificarlo al meglio. Chiunque non presenti un arto superiore può utilizzarla: la progettazione modulare permette l’adattamento di tutti i livelli di amputazione.

L’estensione ‘naturale’ del braccio, per chiunque indossi l’Adam’s Hand, è resa tale grazie ai feedback visivi, audio e vibratori forniti dall’utente stesso. I segnali dei sensori, inoltre, sono raccolti e conservati in un cloud apposito.

Tanti i team pugliesi che hanno partecipato al concorso

Mano a parte, la Puglia è risultata predominante all’interno della finalissima dello scorso 29 novembre. Sono volati alla fiera di Verona Job&Orienta anche il progetto “Miracle”, uno specchio intelligente per il monitoraggio di parametri vitali in merito alla prevenzione di malattie cardiovascolari del team biscegliese composto da Gianluca Zaza e Vincenzo Pasqua e “Pin Bike” dei coratini Nico Capogna, Davide Di Bisceglie e Gabriele Cuccinelli, il kit che trasforma qualsiasi bicicletta in una smart bike.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia