puglia
News Lecce

Home » Puglia Notizie » News Lecce » “Zona non avvelenata”, le campagne del Salento si rialzano sui social

“Zona non avvelenata”, le campagne del Salento si rialzano sui social

zona-non-avvelenata

I social come mezzo di denuncia, ma con il sorriso sul viso. Ha il via oggi la nuova campagna di sensibilizzazione contro l’uso di pesticidi ideata dalla Casa delle agricolture Tullia e Gino di Castiglione d’Otranto, in provincia di Lecce. Si chiama “Zona non avvelenata” e prevede la realizzazione di cartelli con questa scritta da appendere agli alberi o da fissare sui terreni su cui si pratica agricoltura naturale. E’ un modo per sfidare sul loro stesso terreno e con il loro stesso linguaggio i più restii al tema e i più difficili da raggiungere tramite i tradizionali canali di comunicazione. Alla battaglia di idee hanno aderito sin qui 30 associazioni, 26 aziende biologiche e 18 comuni: si tratta della seconda fase della campagna, ideata dopo aver promosso la prima petizione italiana contro l’uso di chimica in agricoltura, raccolta firme lanciata tre anni fa e consegnata alle istituzioni.

L’emergenza dettata dagli effetti della Xylella Fastidiosa, unita ai dati dell’Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente, che indicano la Puglia come quarta regione in Italia per consumo di prodotti chimici in agricoltura, con picchi estremamente elevati proprio nella provincia di Lecce, hanno spinto il progetto. Un’idea, secondo gli organizzatori, “per cui vale la pena metterci la faccia”.

Campagna ideata dalla Casa delle agricolture Tullia e Gino

Associazioni, istituzioni, Comuni etc, possono dare a adesione entro lunedì 27 giugno: sia gruppi informali che associazioni che semplici cittadini possono invece inviare (al numero 3485649772 o per email uffcomunicazione@casadelleagriculture.it o direttamente su Facebook o Instagram con l’hashtag #zonanonavvelenata) foto di loro ritratti vicino a cartelli di cartone o di legno recanti la scritta “Zona non avvelenata”, fissati su alberi o terreni, indicando il luogo in cui le foto sono state scattate: saranno utilizzate per la campagna sui social. Di seguito il programma della serata inaugurale:

23 giugno, Vivaio della Biodiversità di Casa delle Agriculture Tullia e Gino, zona Curteddhra, via Vecchia Lecce, Castiglione d’Otranto

  • h 18.30, laboratorio delle alternative: come si autoproduce la soluzione calce-zolfo-cenere, a cura di Spazi Popolari;
  • h 20, lancio della campagna “Zona non avvelenata” con Paola De Paolis, assessore alla Salute del Comune di Andrano; Luigi Russo, presidente Csv Salento;
    Maria Grazia Serra, referente nazionale Isde (Associazione Medici per l’Ambiente)

Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia