troia
I Dauni meridionali e il Basso Tavoliere

Home » Cosa vedere » I Dauni meridionali e il Basso Tavoliere » Troia, uno dei più importanti centri religiosi del Mezzogiorno

Troia, uno dei più importanti centri religiosi del Mezzogiorno

Troia fu uno dei più importanti centri religiosi del Mezzogiorno e la sua lunga storia ha lasciato tracce significative nonostante Federico II l’abbia fatta radere al suolo nel 1229.

Passeggiando lungo corso Regina Margherita, l’arteria principale sulla quale durante gli ultimi scavi si palesarono tratti di via Traiana, ci si imbatte in Palazzo Tricarico in stile rinascimentale, dopo pochi passi si raggiunge Palazzo d’Avalos che ospita il Municipio ed il Museo Civico. Il Museo Civico è organizzato in cinque sezioni, al piano terra e possibile osservare i reperti di epoca contemporanea mentre nel seminterrato sono visitabili le sezioni moderna, medievale, romana e preromana.

Si giunge nei pressi della Cattedrale, una delle costruzioni più interessanti dell’intera regione, in stile romanico ma vi sono evidenti influenze bizantine e musulmane. Ciò che colpisce maggiormente della facciata è certamente il rosone, realizzato con tecnica scultorea a traforo; ha 11 raggi segnati da colonnine collegate da archi intrecciati, il tutto arricchito da numerose sculture a diverso soggetto. L’interno a croce latina a tre navate è stato riportato all’originale semplicità durante gli ultimi lavori di restauro. Di fronte alla Cattedrale, all’interno del cinquecentesco convento di S. Benedetto è stato allestito il Museo diocesano, all’interno del quale sono esposti dipinti, paramenti ed arredi sacri dal XV al XVIII secolo.

Proseguendo lungo il corso si giunge alla chiesa di San Giovanni Evangelista, all’interno del quale vi è un bellissimo altare rinascimentale proveniente dal palazzo della nobile famiglia di origini toscane de’ Pazzis; Ettore de Pazzis, detto Miale da Troia fu uno dei 13 cavalieri che affrontarono i cavalieri francesi durante la Disfida di Barletta.

Proseguendo la passeggiata si raggiunge la Chiesa di San Basilio una costruzione protoromanica caratterizzata da forme molto semplici; l’interno è a croce latina a tre navate divise da colonne con capitelli scolpiti a foglie, vi sono inoltre un fonte battesimale seicentesco ed un affresco raffigurante il battesimo di Cristo risalente al VI secolo.

Cosa vedere a Troia

Palazzo Tricarico
Palazzo d’Avalos e Museo civico
Cattedrale
Museo diocesano
Chiesa di San Giovanni Evangelista
Chiesa di S.Basilio

Come arrivare a Troia

Auto

24 km a sud-ovest di Foggia lungo la SP115

Linee urbane

Collegamenti con Foggia (Ferrovie del Gargano)




Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia