san marco in lamis
Il Gargano

Home » Cosa vedere » Il Gargano » San Marco in Lamis. Il Convento di San Matteo e la Grotta di Montenero

San Marco in Lamis. Il Convento di San Matteo e la Grotta di Montenero

L’abitato di San Marco in Lamis si allarga in un’ampia conca carsica circondata da boschi. Il paese si anima il Venerdì Santo per la Processione delle Fracchie caratterizzata da enormi torce su carri di ferro.

La città si è sviluppata durante l’XI secolo intorno al Convento di S. Matteo, qui facevano tappa i pellegrini diretti al Santuario di S. Michele a Monte S. Angelo essendo distante un giorno di cammino a piedi. Il Convento è molto probabilmente di edificazione longobarda risalente al VI secolo, ed intitolato inizialmente a S. Giovanni Battista. Intorno all’anno 1000 divenne un importante centro benedettino il cui dominio si estendeva per gran parte del Gargano e su alcune zone del Tavoliere. Passò successivamente ai cistercensi per poi essere retto dai francescani che lo tengono tuttora. All’interno delle possenti mura del convento si trova la chiesa, rifatta agli inizi del ‘900, ed al cui interno sono ancora visibili i resti degli affreschi medievali.

A pochi chilometri dal centro abitato di S. Marco in Lamis, lungo la strada che porta a Cagnano Varano, si trova il bel Bosco Difesa San Matteo, costituito da alberi con foglie caduche e sempreverdi; in primavera è possibile ammirare le fioriture delle delicate orchidee spontanee che qui crescono. Nel bosco vi è la grotta più famosa del Gargano, la Grotta di Montenero, ricca di stalattiti e stalagmiti e composta da ampie stanze alle quali si accede tramite cunicoli. La grotta è visitabile contattando il locale gruppo speleologico.

San Marco in Lamis è conosciuta per una particolare processione che si svolge il Venerdì Santo: la Processione delle Fracchie. Le prime tracce di questa tradizione risalgono ai primi anni del XVIII secolo, quando fu costruito il santuario dell’Addolorata fuori dal centro abitato; per illuminare il percorso che la statua della Madonna effettuava per raggiungere la chiesa della Collegiata, furono utilizzate delle enormi torce create tagliando longitudinalmente tronchi di albero ed aggiungendovi all’interno altra piccola legna, per l’appunto le fracchie. Da allora la processione del Venerdì Santo è sempre stata accompagnata dalla luce di queste enormi torce portate sui carri.

Cosa vedere a San Marco in Lamis

Convento di S.Matteo in Lamis
Grotta di Montenero
Bosco Difesa S.Matteo
Processione delle fracchi (Venerdì Santo)

Come arrivare a San Marco in Lamis

Auto

39 km a nord di Foggia lungo le SP26 e SS272

Treno

Collegamenti diretti con San Severo

Linee urbane

Collegamenti con Foggia (Sitasud)




Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia